Busto, debutto col sindaco per il centro prelievi. Aprirà l’8 gennaio
Gigi Farioli si sottopone al prelievo di sangue alla Casa della Salute

Busto, debutto col sindaco per il centro prelievi. Aprirà l’8 gennaio

Un altro tassello riempie la Casa della Salute di Borsano: ecco il centro prelievi intitolato alla memoria di Alessandro Colombo

BUSTO ARISZIO - Il sindaco Gigi Farioli l’ha testato in anteprima ieri mattina, dall’8 gennaio il servizio sarà presente una volta alla settimana. «Alla faccia dei gufi» sentenziano all’unisono Farioli e il dottor Paolo Genoni, consigliere comunale del Pdl delegato alla Casa della Salute, nonché già presidente della commissione sanità. Il presidio sanitario decentrato voluto dall’amministrazione comunale nell’ex municipio di Borsano, in via San Pietro, ha ormai completato la propria offerta al territorio, con l’inaugurazione del nuovo centro prelievi, che sarà attivo dopo l’Epifania. Un servizio reso possibile, da un lato, dalla generosità della famiglia di Alessandro Colombo, il giovane bustocco deceduto in un incidente quattro anni fa, al quale è stata intitolata un’associazione che si occupa di solidarietà sul territorio bustese: è stata infatti l’associazione donare al Comune un’innovativa poltrona prelievi e gli arredi necessari all’apertura del centro. Dall’altro lato, l’impegno degli infermieri volontari della Croce Rossa di Busto Arsizio, che già garantiscono il servizio quotidiano di assistenza e che dall’8 gennaio saranno presenti tutti venerdì dalle 8 alle 10: si accede dopo prenotazione al Cup della Casa della Salute. Ieri è stato l’infermiere Alberto Tovaglieri a “testare” il servizio con un testimonial d’eccezione, il sindaco Gigi Farioli, che si è presentato per effettuare un prelievo ematico. Ora la struttura di Borsano ospita il “dentista della mutua”, il Cup dell’azienda ospedaliera, l’ambulatorio della Croce Rossa, lo sportello Aisla e il centro prelievi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA