Venerdì 20 Giugno 2014

Ciclista soccorre capriolo ferito da un’auto

Avventura a lieto fine ieri mattina a Sangiano per un’esemplare di capriolo femmina, investita da un’auto sulla provinciale che collega il paese con la frazione di Mombello di Laveno.

All’altezza circa della vecchia pista di motocross, l’animale che arrivava dal monte Picuz, ha cercato di attraversare la strada, non accorgendosi del sopraggiungere di un’auto, contro la quale il capriolo è andato a sbattere. L’impatto per fortuna non è stato troppo violento, anche se l’animale selvatico è andato a sbattere il muso contro la portiera della macchina, rimanendo ferito e perdendo sangue. Testimone dell’incidente e protagonista del salvataggio del capriolo ferito Giovanni Bloisi, ciclista di Varano Borghi che si stava allenando proprio sulla stessa strada che è piuttosto trafficata. «Ero dietro circa 20 metri dall’auto che ha investito il capriolo e che si è subito fermata con me a prestare soccorso - racconta Bloisi - all’inizio pensavo fosse un cane; l’animale voleva andare in mezzo alla strada ma lo abbiamo portato in sicurezza sul bordo, facendogli delle carezze intanto che arrivavano i soccorsi. So che non si dovrebbero toccare gli animali selvatici ma come fai a resistere quando sono così spaventati?». Il capriolo spaventato è stato prontamente soccorso dal nucleo faunistico provinciale; nel frattempo altre persone sono accorse sul luogo dell’incidente per dare una mano. «Il capriolo è stato portato al centro di soccorso e per fortuna sta meglio; è stata una bella giornata» conclude il ciclista.

© riproduzione riservata