Martedì 07 Gennaio 2014

Forbici contro i genitori
«Fuori i soldi per le sigarette»

Il carcere varesino dei Miogni
(Foto by Varese Press)

Senza lavoro ma vuole i soldi per le sigarette: minaccia i genitori di morte armato di una forbice per 20 euro. E’ accaduto a Cugliate Fabiasco il giorno dell’Epifania. A dare l’allarme i vicini di casa che hanno allertato i carabinieri. Quando i carabinieri della stazione di Marchirolo sono arrivati sul posto hanno trovato la porta dell’abitazione della famiglia sprangata. Dall’interno arrivavano le grida del figlio, 26 anni, “dammi i soldi o ti ammazzo”, e le richieste d’aiuto dei genitori terrorizzati. I carabinieri hanno aperto la porta trovando il ragazzo armato di un paio di forbici puntate contro mamma e papà; alla vista dei militari il giovane ha tentato di fuggire ma è stato bloccato e arrestato per estorsione. I carabinieri sospettano che non fosse la prima volta che il figlio pretendeva soldi dai genitori; l’altro ieri la coppia ha però deciso di non cedere spezzando il circolo vizioso e innescando la violenta reazione del ragazzo. Ieri il giudice per le indagini preliminari Giuseppe Battarino ha convalidato l’arresto accogliendo la richiesta di custodito cautelare in carcere del pubblico ministero Massimo Politi: il giovane resta ai Miogni. «Il mio assistito ha dato dell spiegazioni che non è il caso di discutere ora – ha detto il difensore Martina Zanzi, al termine dell’interrogatorio – Chiederemo una custodia cautelare ai domiciliari possibile, però, soltanto se i genitori accetteranno di riaccogliere il figlio in casa». S. Car.

.

© riproduzione riservata