Il Papa prega per la malattia di Dado  «Con le sue parole ha dormito sereno...»
Mamma Doriana e il suo piccolo Dado, e il loro sorriso ritrovato (Foto by Varese Press)

Il Papa prega per la malattia di Dado

«Con le sue parole ha dormito sereno...»

Il Pontefice ha scritto una lettera a mamma Doriana: «Mi tremavano le mani e ho pianto tanto: ma mi ha dato una forza che non pensavo di avere»

VARESE - Papa Francesco prega per lui e il piccolo Dado sta meglio. Il vaticano ha risposto ad una lettera della mamma di un bimbo affetto dalla sindrome Mecp2 duplication e l’influsso benefico si è fatto subito sentire.
Tempo fa Doriana Tavernari ha scritto al Santo Padre spinta da un’amica, Laura, per chiedere a Papa Francesco di pregare per la salute del suo ometto: il piccolo Edoardo, detto Dado, di undici anni e gravemente malato. La risposta non ha tardato ad arrivare. Con una lettera, corredata di foto di Papa Francesco e di una corona del rosario, Mons. Peter B. Wells assessore per gli Affari Generali della Segreteria di Stato della Santa Sede, ha risposto alla mamma di Dado. «Scrivendo della delicata situazione di salute in cui versa il caro Dado, Ella ha chiesta al Santo Padre il sostegno della sua preghiera. Paternamente commosso dalla toccante lettera, Papa Francesco intende far pervenire il conforto della Sua spirituale vicinanza – si legge nella missiva dal Vaticano - Nello stesso tempo invita a confidare in Gesù nei momenti di tristezza e ad aprire il proprio cuore a Lui, lasciando che si faccia vicino, si lascia tenero, ci carezzi e ci sollevi. Mentre chiede il favore di pregare per Lui, Sua Santità imparte di cuore l’implorata Benedizione Apostolica tanto a Lei quanto al caro Edoardo e accompagna tale gesto con l’acclusa corona del Rosario appositamente benedetta».
Una risposta che ha scaldato il cuore di mamma Doriana. «Mentre la leggevo mi tremavano le mani - racconta – Ho pianto tanto, ma mi ha fatto salire una forza che non pensavo di avere».
Quella ci vuole tutti i giorni per accudire il piccolo Dado che da undici anni è affetto dalla Mecp2 duplication. Una sindrome rarissima, scoperta solo nel 2005 che consiste in una duplicazione del cromosoma x del Dna. «Una malattia che lo costringe spesso a letto e a lunghi ricoveri ospedalieri. Nulla è semplice per Dado, neanche di notte, quando siamo costretti a svegliarci più volte per controllare alcuni parametri».
E ieri sera, dopo l’arrivo della lettera, miracolosamente il piccolo Dado si è addormentato pacificamente. «Sarà stato l’influsso benefico di Papa Francesco, sarà che il mio amore lotta come un guerriero, sarà qualsiasi cosa, ma Dado ha dormito sereno e la saturazione è stata buona». E quando sta bene dado è un vero vulcano, «si vede che ha voglia di vivere e dispensare allegria e amore. Tutti se ne innamorano. Tutti quelli che mi seguono su Facebook hanno visto la lettera continuano a ripetere che si sono sentiti scaldare il cuore leggendola, ed è proprio quello che è successo».


© RIPRODUZIONE RISERVATA