Incendio in chiesa, lo spegne il parroco  Il paese si mobilita per salvare la Pasqua
La parrocchia di Clivio e la sua gente più forte delle fiamme (Foto by varese press)

Incendio in chiesa, lo spegne il parroco

Il paese si mobilita per salvare la Pasqua

Una candela provoca un rogo a Clivio. La prontezza del don ottantenne evita guai. I fedeli spontaneamente si danno da fare per ripulire la parrocchia per le celebrazioni

CLIVIO - Un incendio nella chiesa parrocchiale di Clivio, il parroco eroe e una comunità vera. Sono questi i tre elementi che raccontano una storia di alta socialità. Una storia che è un piacere raccontare e che trasforma Clivio in un modello da esportare. «Noi siamo pronti», dice scherzando il sindaco Ida Pretillo. Accade infatti che giovedì sera, poco prima dell’inizio della messa “in coena Domini” che dà inizio alla liturgia pasquale, nella chiesa parrocchiale divampi un piccolo incendio.
Una candela caduta su una tovaglia è l’innesco per il rogo rimasto piccolo soltanto perché il parroco don Ausonio, 83 anni, non ha perso un secondo afferrando l’estintore e domando le fiamme prima che i danni diventassero importanti. «Noi eravamo impegnati in una seduta del consiglio comunale – dice Petrillo – Siamo stati immediatamente avvisati dell’accaduto. Siamo stati avvisati dai cittadini». Alcuni dei quali hanno “messaggiato” il primo cittadino per avvertirla. Quindi abbiamo già due elementi straordinari: un parroco di più di ottantenne che all’occorrenza si trasforma in eccellente vigile del fuoco e un sindaco al quale i cittadini possono mandare messaggi sul telefono o attraverso i social network.

Tutti gli approfondimenti su La Provincia di Varese in edicola oggi, sabato 4 aprile.


© RIPRODUZIONE RISERVATA