Mercoledì 26 Febbraio 2014

La benzina vola. Ora il

gasolio e nuovi Comuni

Sono aumentati gli affari dei benzinai dopo la svolta sullo sconto

Lo sconto benzina fa volare l’attività dei benzinai di confine: +25% di carburante erogato da settembre ad oggi.

«Misura da rafforzare» annuncia il governatore Roberto Maroni, che è pronto a battere i pugni sul tavolo del Governo per recuperare i dieci milioni di euro anticipati dalla Regione per il 2014. «Ora la priorità è l’estensione al gasolio» chiede la consigliera leghista Francesca Brianza.

I numeri della nuova carta sconto benzina, che dal mese di settembre ha visto l’introduzione del bonus “variabile” allineato alle oscillazioni dei prezzi del carburante oltre confine, dimostrano «il grande successo» dell’iniziativa.

Li hanno svelati lunedì sera nella sede della Confcommercio Como il governatore Roberto Maroni e l’assessore al bilancio Massimo Garavaglia: incrementi dell’erogato nelle stazioni di servizio delle province di Varese, Como e Sondrio nell’ordine del 25-27%, con picchi fino al 50%, e un incremento del 35% nell’attivazione di nuove carte (sono in tutto 450mila nelle tre province), grazie alla rimodulazione degli sconti che attualmente sono attestati sui 33 centesimi al litro in fascia A (fino a 10 chilometri dal confine) e sui 25 centesimi in fascia B (tra i 10 e i 20 km).

(Il servizio completo su La Provincia di Varese in edicola mercoledì 26 febbraio)

© riproduzione riservata