L’iPhone-mania non delude: decolla il 6S
Tanti i varesini che venerdì sera hanno affollato l’Unieuro dopo la mezzanotte per avere tra le mani in anteprima il nuovo iPhone6S

L’iPhone-mania non delude: decolla il 6S

Venerdì sera, a mezzanotte, c’eravamo anche noi all’Unieuro di Varese tra i fan del gioiellino Apple. Pochi gli smarphone a disposizione, grandissima l’attesa. Il motivo? «Qui è cambiata una cosa: tutto»

Anche in Italia il nuovo smartphone di casa Apple ha avuto successo. Alla mezzanotte di venerdì sono state infatti molte le persone che si sono presentate nei vari Unieuro per ritirare in anteprima italiana i nuovi iPhone 6S e iPhone 6S Plus. E la passione per l’azienda di Cupertina ha fatto registrate il pieno di prevendita anche a Varese.
Il dispositivo era stato lanciato il 25 settembre negli Usa, in Francia, Germania, Regno Unito, Australia, Nuova Zelanda, Canada, Cina, Giappone, Porto Rico e Singapore, vendendo oltre 13 milioni di pezzi in sole due settimane.

L’incognita della “S”

Venerdì è stato il turno dell’Italia e di altri 40 paesi: non siamo stati i primi a riceverlo, però ci possiamo consolare di averlo ricevuto nella seconda “ondata”dato che nel piano di distribuzione della Apple bene 120 paesi riceveranno il prodotto solo entro a fine anno.
Stiamo parlando dell’evoluzione della sesta generazione di smartphone prodotti dall’azienda creata da Jobs. Seguendo la linea alla quale siamo stati abituati da anni ,tra una generazione e l’altra ve n’è una intermedia che presenta lo stesso design ma ha caratteristiche più performanti: tutte queste evoluzioni sono caratterizzate da una S aggiunta nel nome. Il significato specifico di questa S non è mai stato reso noto ma, a secondo dei modelli, indica caratteristiche del nuovo dispositivo: nel 3GS era “Speed” (velocità), nel 4S era Siri, l’assistente vocale, e nel 5S era Secutiry (sicurezza). E cosa indica allora la S nel nuovo iPhone 6S? Alcuni ipotizzano sia Selfie, per via delle nuove fotocamere e delle funzionalità aggiuntive ad esse connesse. In realtà potrebbero andar bene tutte le motivazioni citate sinora in quanto Apple ha realizzato un cellulare che, se non avesse lo stesso design del modello precedente, potrebbe essere il”capostipite” di una nuova generazione, la settima.
Maggiore Sicurezza grazie ad una scocca super resistente in Alluminio serie 7000, lega utilizzata già in ambito aerospaziale nonché per la realizzazione dello SmartWatch. Maggiore velocità data da un processore A9 di ultima generazione capace di avere prestazioni superiori al 70% rispetto ai modelli precedenti: la potenza e la reattività di un pc ortatile in un dispositivo più “smart”.

Molto più semplice

Siri è stata resa più accurata e il suo utilizzo reso più naturale. La fotocamera posteriore è stata aumentata a 12 Megapixel e quella frontale a 5, ma non sono queste le vere novità del dispositivo.
Ma il fatto di registrare video ad altissima risoluzione, catturare foto anche in condizioni di scarsa visibilità e poter scattare fotografie solo cliccando sull’icona dell’applicazione. Grande novità anche il sistema 3D Touch, capace di rilevare differenti pressioni delle dita sullo schermo facendone corrispondere differenti azioni.
Se queste sono le premesse è allora più che comprensibile perché ieri sera ci fossero gli Unieuro di tutta Italia aperti oltre la mezzanotte per vendere in anteprima questi nuovi cellulari: noi eravamo in quello di Varese.

L’emozione di esserci

Pochi pezzi disponibili, una quarantina, e tutti già prenotati nelle ore precedenti alla mezzanotte. Anche in città in tanti si sono presentati per cercare di accaparrarsi prima degli altri questo cellulare.
Non ci sono state risse o disordini: merito del personale, che aveva distribuito dei numeri per garantire l’ordine.
E così è stato. L’atmosfera era piacevole perché si vedeva l’emozionate di chi poteva finalmente avere il nuovo dispositivo tra le mani. Molte delle persone sentite avevano per l’occasione venduto il precedente cellulare (in tutti casi un iPhone 6), dimostrando grande fedeltà all’azienda ed estrema attenzione a tutte le novità prodotte da casa Apple.
Dopotutto, come non essere d’accordo? L’iPhone 6S si presenta come un vero gioiellino. E, dopotutto, è stata la stessa casa di Cupertino a dire che questa volta «è cambiata una sola cosa: tutto».


© RIPRODUZIONE RISERVATA