Notte insonne dei volontari  Somma divora la busecca
I volontari che hanno lavorato tutta la notte per preparare la tradizionale “busecca”

Notte insonne dei volontari
Somma divora la busecca

La distribuzione della pietanza ha dato il via alla festa di Sant’Agnese. Sono stati cucinati 180 chili andati letteralmente a ruba in poche ore

Sono iniziati alla grande i prefesteggiamenti della patronale di Sant’Agnese. Domenica mattina, la tradizionale distribuzione della busecca sul sagrato della chiesa è stata un successone, con ben 180 chili di pietanza andati letteralmente a ruba. Basti pensare che alle 11 ne erano rimasti soltanto 10 chili da poter ancora distribuire. Centocinquanta le caldarine punzonate con la data 2015, a ricordo e testimonianza di una festa che i sommesi attendono sempre con interesse e partecipazione. Ma c’è anche stato chi si è portato a casa la busecca con altri contenitori.

Sguardo vigile

Immancabile l’amore e la passione con cui i volontari della parrocchia di Sant’Agnese preparano questo piatto con trippa, fagioli e quant’altro rimasti sul fuoco dalla mezzanotte di sabato alle sette della mattina del giorno successivo, sotto lo sguardo vigile dei cuochi volontari, nella cucina dell’oratorio di Somma. Una notte di veglia, dunque, per la busecca di Sant’Agnese da parte di un gruppo di persone che lavorano sempre volentieri per la parrocchia. Il via ai festeggiamenti della festa patronale è stato dato. In attesa del momento clou atteso per sabato 17 gennaio quando il parroco don Franco Gallivanone terrà il discorso alla città durante la celebrazione eucaristica solenne alle 18 in Basilica, con la presenza della Corale, della Confraternita del SS.Sacramento e delle Confraternite ospiti. Mezz’ora prima l’accesione della Passera e del Cilostar, come da tradizione, in piazza Vittorio Veneto. Mentre dalle 14 alle 16.30 sarà possibile effettuare un tour interno alla chiesa con visita guidata ai quadri e ai cicli pittorici della Basilica. Il corteo diretto in piazza, sabato, partirà dalla casa di riposo “Bellini”.

Musica e beneficenza

Alla festa liturgica e sacra si aggiungerà anche un momento di riflessione e discussione su Expo 2015 “Nutrire il pianeta, energia per la vita” grazie al contributo del vicedirettore della Caritas Ambrosiana Luciano Gualzetti (venerdì 16 gennaio, alle 21 in oratorio).
Domenica, invece, la celebrazione eucaristica alle 10 con il bacio della reliquia della Santa e, alle 16.30 in Basilica, il concerto offerto dall’amministrazione comunale Lord Nelson Messe (Missa in angustiis), Messa in re minore per soli, coro e orchestra (1798) di J. Haydn eseguito dal Coro e Orchestra “Amadeus” diretti dal maestro Marco Raimondi. Un concerto che rientra nella stagione “Itinerari musicali - Musexpo 2015” con il patrocinio e il sostegno della Fondazione Comunitaria del Varesotto Onlus, della Provincia di Varese e dell’Agenzia per il Turismo. Si potrà inoltre dare una mano agli arredi sacri bisognosi di restauro con visita alla sala parrocchiale e alla sala Camino domenica (dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18).


© RIPRODUZIONE RISERVATA