Lunedì 30 Giugno 2014

Onda di piena, travolto il Biovillage

L’interno del Biovillage di Mercallo invaso dall’acqua dopo il nubifragio di ieri pomeriggio
(Foto by VaresePress)

Nubifragio su tutta la provincia: il Biovillage travolto “da un’onda di piena”. Tony Malta, il neo titolare della struttura punta il dito: «Siamo in ginocchio. Colpa della vecchia amministrazione comunale». Il fatto è accaduto intorno alle 15.30 di ieri pomeriggio. Il Biovillagge di via al al lago era aperto.

Scene di panico

«All’improvviso - spiega Malta - ci siamo ritrovati con il bar allagato. L’acqua ha fatto saltare la corrente, i freezer sono saltati. E c’erano dei clienti; è stato il panico». Sul posto ieri sono arrivati i vigili del fuoco con le pompe aspiratrici. «L’impianto di captazione delle acque in paese è insufficiente - spiega Malta - l’acqua è arrivata dal paese, noi siamo più a valle e siamo stati investiti. Abbiamo acquistato questa struttura a maggio, abbiamo sanato i debiti della vecchia proprietà. Al Comune abbiamo versato novemila euro e ne abbiamo rateizzati altri quattromila. Non so a questo punto se pagheremo».

Malta aggiunge anche «che sarebbero bastate delle griglie intorno alla proprietà con scarichi in fognatura. Una stima dei danni non c’è ancora. Soltanto con quello andato a male a causa del guasto elettrico saremo vicini ai diecimila euro di danni. Rischiamo di non riprenderci».

Quanto accaduto ieri è l’ultimo «di una serie di problemi imputabili al Comune. Ad esempio non è stata fatta dalla vecchia gestione la fitodeourazione alla piscina. Il Comune è fideiussore della struttura - spiega Malta - non ha mosso un dito. A maggio la responsabile dell’ufficio tecnico ci ha detto che la piscina non poteva essere utilizzata. Perché invece non si è interessata alla fitodeourazione?».

Il servizio completo, con le reazioni del sindaco e dei cittadini, su La Provincia di Varese in edicola lunedì 30 giugno

© riproduzione riservata