San Fermo è la capitale dei Gorillas
La specialissima slitta-furgoncino con la quale è in corso la distribuzione dei palloni ovali in città

San Fermo è la capitale dei Gorillas

Il football americano raddoppia nel rione e, dopo via Pergine, approda al campo di via Sette Termini. «Lo intitoleremo a Nicolò De Peverelli, così il suo ricordo resterà per sempre». In arrivo doni alle scuole

Più rossi che bianchi, per Natale i Gorillas donano palloni ovali alle scuole della città e raddoppiando i campi gestiti dalla squadra a San Fermo: così il quartiere diventa il polo di riferimento ufficiale del football americano in città. É passato poco più di un anno da quando i Gorillas hanno preso in gestione il “campo 11” del parco di via Pergine, per trasformarlo nel quartier generale della squadra. Una sfida non semplice dopo anni di gestione affidata all’Associazione comitato tempo libero e il breve passaggio del Rugby Varese che avrebbe voluto costruire qui la sua “cittadella”.

Hanno messo le radici

Un progetto quest’ultimo che il quartiere non ha gradito. Così i Gorillas sono arrivati in punta di piedi a gestire il campo più ambito del rione, quello regolamentare, ben esposto, con spogliatoi e illuminazione notturna. E, come promesso, hanno messo radici: da questa settimana, in accordo con il Comune di Varese, i Gorillas sono diventati i gestori ufficiali anche del campo di via Sette Termini, davanti al borgo antico. «Si tratta di un risultato importantissimo – commentano i Gorillas – per la prima volta ci consentirà di utilizzare una struttura dotata di spalti per il pubblico e con maggiori prospettive di sviluppo». In questo modo San Fermo diventa un centro sportivo per il football americano «che per ampiezza ed efficienza ha pochi concorrenti a livello nazionale», assicurano i biancorossi che continueranno a garantire i campi anche alle società di calcio e softball che attualmente li utilizzano assieme a loro.

La slitta-furgoncino di Natale

L’idea è poi quella di intitolare il nuovo campo alla memoria Nicolò De Peverelli, giovano giocatore dei Gorillas, tragicamente scomparso in un’incidente in Puglia quest’estate: «Vogliamo che il suo ricordo rimanga ancora più indelebilmente impresso nella memoria di chi ha avuto la fortuna di conoscerlo», spiegano i compagni di squadra.
Per rendere omaggio al Natale in questi giorni i Gorillas hanno promosso un’iniziativa senza precedenti. A bordo di una moderna slitta (un furgoncino, naturalmente rosso) i Gorillas stanno girando per le scuole superiori della città per donare ai professori di educazione fisica palloni da football e promuovere così questo sport e gettare le basi per future collaborazioni. «L’iniziativa sta riscuotendo grandissimo entusiasmo», assicurano i promotori, citando l’ottima risposta ottenuta ad esempio dal prof Pollicini della Scuola Europea, da suor Maria Luigia, direttore del liceo dello Sport Maria Ausiliatrice (grazie alla direttrice suor Maria Luigia), e poi ancora il liceo classico Cairoli, l’Isis Stein, il liceo Sacro Monte e l’Istituto De Filippi. «L’iniziativa continuerà fino ad esaurimento scorte», assicurano.

Christmas Bowl

Ma tutte queste novità non hanno distratto i ragazzi del coach Galvan, che in queste settimane si sono allenati duramente in prospettiva di vivere da protagonisti il Campionato Nazionale di Terza Divisione Fidaf. Ma il primo test sarà a Savona per il “Christmas Bowl”, il classico triangoare natalizio disputato con i locali Pirates e gli Hammers Monza.


© RIPRODUZIONE RISERVATA