Martedì 08 Luglio 2014

Una fioriera col pallet

Ma attenzione al peso

Passeggiando per le vie della splendida Recanati, sì proprio la patria del Leopardi, quella del “sempre caro mi fu quest’ermo colle”, sono stata attratta, oltre che dalla residenza del poeta, da una serie di originali portavasi realizzati con dei pallet che decoravano le vie del paese.

In pratica lungo tutto il perimetro interno della cittadina sono stati fissati dei bancali e la parte interna utilizzata come portavasi. Naturalmente i vasi devono essere di plastica, il più possibile flessibili. Vi assicuro che l’effetto scenico è molto bello. Un’idea geniale e al tempo stesso eco-chic che si può tranquillamente copiare e replicare anche sui muri esterni delle nostre case. Come?

Innanzitutto bisognerà reperire un pallet della giusta dimensione e con un peso non eccessivo, in modo da non rischiare che la parete venga giù. La giusta dimensione è di 120 cm. di larghezza e 80 di altezza: questo permetterà una buona distribuzione numerica di vasi, creando un bell’effetto pieno di colore, e riusciremo a contenere il peso totale della struttura. Il pallet vuoto, quello che andremo a prendere ad esempio in un supermercato, dovrà avere un peso di partenza massimo di 11-12 kg., altrimenti, a lavoro finito, avremo una struttura troppo pesante da fissare al muro.

Una volta reperito il “telaio” per la nostra insolita ma originale fioriera, bisognerà attaccarlo al muro come se fosse un quadro, quindi dotarlo di ganci nella parte posteriore (in realtà quella superiore, se appoggiamo il bancale a terra nel verso di carico), preferibilmente a occhiello e fissati alla pedana con delle robuste viti per legno, che andranno inseriti nei tasselli nel frattempo fissati al muro. Anche qui, sarebbe opportuno utilizzare dei tasselli a gancio aperto che tengano almeno un peso di 20 kg. ciascuno.

Il consiglio è quello di replicare il posizionamento, quindi di mettere i nostri bancali-fioriere sulle pareti esterne e non dentro casa o per le scale del condominio con la scusa di abbellire: perché quando bagneremo i fiori l’acqua cadrà irrimediabilmente a terra. In ultimo, potremmo dare un tocco di colore anche al pallet, dipingendolo di bianco o utilizzando vernici trasparenti all’acqua che esaltino il colore naturale del legno. Anna Caldera

© riproduzione riservata