La cuoca ciclista e la schiscietta che viaggia sulle due ruote

La cuoca ciclista e la schiscietta che viaggia sulle due ruote

Anna Prandoni, icona della cucina italiana, e iCestini, l’innovativo servizio di catering a domicilio

Nei giorni che preludono alla Tre Valli, Anna Prandoni, la vulcanica direttrice dell’Accademia milanese di Cucina di Gualtiero Marchesi, sforna alcune golosissime novità, fra cui una start up legata in maniera originalissima alle due ruote.

La giornalista e scrittrice icona della cucina italiana – suo lo slogan “più cibo, meno food” – e già direttrice del prestigioso mensile “La cucina italiana”, gestisce l’Accademia Marchesi nella parte della scuola e della sezione social.

La cultura del cibo

«In questi ultimi, intensissimi mesi – racconta – hanno preso vita alcuni progetti a cui lavoravo da tempo. Prima di tutto, l’Accademia del Panino Italiano aveva intenzione di aprire una testata giornalistica: mi hanno chiesto di dirigerla. Così da lunedì scorso è online il sito www.paninoitaliano.org , un magazine quotidiano di cui uscirà il semestrale cartaceo da novembre». Ma non verterà solo sul grande mondo dei sandwich e del fast food: «Sarà uno spunto per parlare più in generale di alimentazione. Ed è solo il primo passaggio, perché da gennaio al giornale saranno abbinati alcuni corsi specifici».

E non è tutto. Anna, che dal 17 al 20 di novembre curerà a Varese la seconda edizione di Glocalcibo all’interno del festival di giornalismo Glocal, proprio in questi giorni per la prima volta si lancia nell’imprenditoria.

Si accende la lampadina

«Ho fondato una società. L’idea mi è venuta mentre ero in treno e tornavo molto tardi, più o meno un anno fa: stavo tornando a casa a Busto da Milano, con un’amica, e ci siamo dette: ma pensa che meraviglia sarebbe se avessimo la cena già pronta che ci aspetta in stazione, da portarci a casa, invece di doverci trovare a spadellare in fretta e furia all’ultimo momento. Quest’idea ha preso a martellarmi nel cervello e non me ne sono più liberata fino a che non ne ho parlato con altre due persone che sono diventate i miei soci. Così da martedì 20 settembre si apre ufficialmente il catering dei Cestini – www.icestini.it – che possiamo definire come un… distributore di “schiscette” virtuale: si fa l’ordine online da un menu di dodici portate che cambiano di settimana in settimana, e in una cucina - laboratorio nel centro di Milano attrezzata con tre chef e la consulenza di Fabio Zago noi prepariamo e impacchettiamo le pietanze negli appositi cestini. Ci tengo a precisare che tutto il materiale di imballo è compostabile e riciclabile pellicola compresa. La parte divertente di tutto questo è che la consegna viene effettuata per mezzo di biciclette». In questo modo chi esce dall’ufficio e vuole arrivare a casa con il piatto bell’e pronto e semplicemente da riscaldare, ma non ha tempo né voglia di passare da una rosticceria o da un supermercato – e vuole una pietanza “firmata” dalla cuoca-ciclista più famosa d’Italia - , non ha che da aspettare il prossimo treno in partenza da Milano.


© RIPRODUZIONE RISERVATA