Amazon arriva a Origgio. E porta posti di lavoro
Quello di Origgio è il terzo centro di smistamento in Italia

Amazon arriva a Origgio. E porta posti di lavoro

L’apertura - Il nuovo deposito di smistamento, a a soli 17 chilometri da Milano, offrirà un servizio in più al territorio

Apertura ieri in provincia di Varese, di un nuovo deposito di smistamento di Amazon. Il centro, che occupa una superficie di circa ottomila metri quadrati, è situato a Origgio, nel sud del Varesotto a soli 17 chilometri da Milano e permetterà di incrementare la capacità e la flessibilità delle attività dell’azienda in tutta la Lombardia, andando incontro alla richiesta di un servizio di consegna di qualità da parte di un crescente numero di consumatori.
Quello aperto ieri a Origgio è il terzo deposito di smistamento che Amazon Logistics apre nel nostro Paese dopo quelli di Avigliana in provincia di Torino e di Milano in zona Porto di Mare, aperto lo scorso 21 settembre. «La crescita delle attività di Amazon in Lombardia testimonia quanto velocemente il nostro mercato si stia espandendo in Italia - afferma Philippe Hemard - vicepresidente europeo di Amazon Logistics - apriamo questo nuovo deposito di smistamento per avvicinarci ulteriormente ai nostri clienti e garantire loro un servizio di consegna sempre più rapido e flessibile». I centri di smistamento, compreso quello di Origgio aperto ieri, sono gestiti di Amazon Logistics, che potenzia in questo modo la capacità e la flessibilità della rete di consegna di Amazon, permettendo inoltre ai corrieri locali e regionali di consegnare gli ordini effettuati dai clienti su Amazon sei giorni a settimana. Un’opportunità anche per la stessa città di Origgio, per la sua economia e per l’indotto generato. «L’apertura del deposito di Amazon è una buona notizia per Origgio - dichiara il sindaco Mario Angelo Ceriani - questo nuovo centro creerà nuove opportunità di business e posti di lavoro sul territorio; la scelta di Amazon conferma l’attrattività della nostra città che già ospita le sedi di diverse aziende italiane e internazionali».


© RIPRODUZIONE RISERVATA