Apple offre lavoro in Italia

Apple offre lavoro in Italia

Dal market leader al venditore: chi non vorrebbe trovare lavoro alla Apple? A rilanciare le 29 posizioni aperte dalla notissima azienda creata dal mitico Steve Jobs, ci pensa “Vanity Fair.it”

Facile candidarsi, attraverso un curriculum inviato mediante una semplice mail, in attesa di essere, chissà mai, i prescelti.

Gli annunci di lavoro sono sul sito ufficiale della Apple, ma non pensiate di trovare anche la proposta economica, questa sì, tenuta riservata. I lavori hi- tech possono spaziare dall’essere un “solution engineer” a uno “store leader”. E poi creative, manager, specialista e specialista assistenza, ma anche business manager e business leader, olte che esperto, genius.
O, forse più semplicemente, specialista di magazzino se non apple store leader program.
Per essere “Creative”, ad esempio, sarà necessario saper stimolare la creatività condividendo le proprie conoscenze con i clienti Apple, sia nuovi che di lunga data, spiega il sto ufficiale della Apple.

Creare qualcosa di meraviglioso

Occorrerà essere fondamentale nel costruire un ambiente accogliente nell’Apple Store in grado di stimolare i clienti a condividere le proprie idee e a scoprire come realizzarle. Si lavorerà con colleghi esperti che non vedono l’ora di condividere le proprie competenze e di acquisirne di nuove.
«Nulla ti entusiasma di più di fornire ai clienti i mezzi per creare qualcosa di meraviglioso», si legge nelle capacità da acquisire.
Tra le qualifiche principali, la passione per l’insegnamento e la capacità di istruire gli utenti in modo che imparino facendo, ma anche l’abilità di istruire più clienti alla volta. Tra i requisiti aggiuntivi, quello di consigliare altre azioni di supporto dentro lo store, così da mandare clienti ai colleghi, ad esempio al Genius Bar che fornisce l’immediata risoluzione dei problemi tecnici. Ma anche accettare orari di lavoro flessibili, del tutto dipendenti dalle esigenze aziendali.

Flessibili e creativi

Dunque creative sì, ma a certe condizioni e nella speranza non siano troppo “pesanti”. Gli stessi requisiti di flessibilità valgono per tutti: per il solution engineer che ha il compito di mostrare alle imprese come introdurre la potenza dei pc e dei dispositivi mobili sui luoghi di lavoro o per lo specialista magazzino che dovrà «garantire che ogni prodotto e unità dimostrativa sia al proprio posto». In fin dei conti, si legge nel riepilogo della posizione, «le tue capacità organizzative e la tua dedizione saranno alla base di ciò che fa l’Apple Store: fornire alle persone i prodotti che amano».
Trovare lavoro serve, è indispensabile per moltissimi giovani che, in provincia di Varese, sono a casa e neanche la cercano più un’occupazione. La Apple offre un’opportunità che andrà poi considerata, caso per caso, anche da un punto di vista economico e di qualità della vita.
Il curriculum si può inviare tramite il proprio Apple ID o email. E dare una sbirciata al sito cercando quello che potrebbe fare per se stessi, dopotutto, non costa nulla.


© RIPRODUZIONE RISERVATA