Openjobmetis a Ginevra. E la nuova App strega tutti

Openjobmetis a Ginevra. E la nuova App strega tutti

All’European Midcap Event l’azienda ha presentato Shakejob a possibili investitori

Trasferta a Ginevra ieri per Openjobmetis; l’agenzia per il lavoro varesina con sede a Gallarate e quotata sul mercato azionario nel segmento Star di Borsa Italiana, ha partecipato all’European Midcap Event. Il prestigioso evento organizzato da Intermonte Sim è finalizzato a far entrare in contatto molti investitori istituzionali europei, attraverso incontri one2one, con realtà italiane che eccellono nei loro rispettivi settori e caratterizzati da forti potenzialità di crescita.

Un profilo a cui risponde pienamente Openjobmetis che ha partecipato all’evento di Ginevra con il suo amministratore delegato Rosario Rasizza e con il Cfo Alessandro Esposti. Il management dell’azienda varesina ha presentato le strategie future della società e i lusinghieri risultati dei primi nove mesi dell’anno. Pezzo forte è stato sicuramente la presentazione della nuova App per smartphone targata Openjobmetis, dedicata al settore HoReCa, ovvero quello degli hotel e della ristorazione.

“Shakejob” è il nuovo strumento tecnologico che l’agenzia ha presentato, con tutte le sue potenzialità, alla platea di potenziali investitori presenti all’evento di Ginevra. Un nuovo prodotto che mostra quanto Openjobmetis continui ad investire per dare risposte sempre più funzionali ai continui mutamenti del mercato del lavoro, mettendosi a disposizione delle aziende e di chi cerca un’occupazione. “Shakejob” nasce dall’idea di quattro ingegneri gestionali neolaureati all’università Liuc Carlo Cattaneo di Castellanza, i quali, attraverso le loro esperienze personali, maturate anche durante soggiorni all’estero, hanno percepito e intuito il bisogno di uno strumento efficace e immediato per agevolare l’incontro tra domanda e offerta nel settore della ristorazione.

Un altro obiettivo del nuovo strumento targato Openjobmetis è quello di contrastare la piaga del lavoro nero; una battaglia storica che Rasizza sta portando avanti e che vede proprio il settore della ristorazione tra i più colpiti. Un settore che risente anche di imprevisti e di problemi legati al reperimento di personale last minute e di una stretta cerchia di conoscenza all’interno della quale trovare delle risorse, talvolta, risulta inaccessibile.

I quattro giovani ideatori hanno avuto l’occasione di presentare la loro idea direttamente a Rasizza. Openjobmetis dopo un’attenta valutazione, scrupolose ricerche di mercato e studi di fattibilità ha deciso di sviluppare e implementare il progetto, incaricando Daniela Pomarolli come responsabile del progetto.

“Shakejob” è stato uno dei punti di forza della presenza dell’agenzia varesina a Ginevra, simbolo anche delle capacità di Openjobmetis di guardare sempre al futuro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA