Sabato 27 Febbraio 2010

Alessandro, due mesi da spiato
alla corte di lele Mora

Un varesino alla corte di Lele Mora. Si chiama Alessandro Buzzi, 25 anni di Cittiglio, ed uno dei protagonisti di «Vite Spiate», il reality show interattivo partorito della mente geniale di Lele Mora, il manager dei vips.
Sei ragazzi (tre uomini e tre donne), resteranno chiusi in un appartamento in viale Monza 9 a Milano per due mesi, spiati 24 ore su 24 dall'occhio vigile di diciotto telecamere e visibili sul sito internet www.vitespiate.com. Tra i protagonisti del reality, che si contendono il montepremi di 25 mila euro, c'è anche il varesino Alessandro Buzzi. La sua avventura è cominciata giovedì sera con l'accensione delle telecamere, e sulla chat del sito i messaggi per lui sono già tantissimi. Sì perché nel reality interattivo, i concorrenti possono comunicare in tempo reale con l'esterno attraverso una chat, chiacchierare e rispondere ai loro video spettatori. Facile immaginare il perché di tanto successo. Alessandro è un marcantonio dagli occhi verdi e il fisico scolpito. Professione modello-studente, segno zodiacale acquario, tra le sue occupazioni preferite ci sono il pattinaggio in linea e lo shopping. Dice di lui: «sono magnetico, socievole e carismatico, doti preziose per entrare subito in confidenza con i miei coinquilini, ma sono anche puntiglioso e maniaco dell'ordine». E' testardo e sa quello che vuole, tanto che il suo motto è «è il destino che mescola le carte, ma è l'uomo che gioca la partita».
Determinato ad arrivare fino in fondo al reality fatto in casa, Alessandro dovrà risultare il più votato tra i concorrenti, per aggiudicarsi il montepremi finale. Non ci sono, infatti, nomination e televoti come per il «Grande Fratello», c'è solo una classifica di gradimento basata sulle preferenze indicate dai video spettatori sul sito. Il concorrente che avrà raccolto meno voti, alla fine della settimana dovrà lasciare la casa. Un appartamento, «Location Friends», con cinque stanze: camera, palestra, soggiorno, cucina, alcova, sala da pranzo e persino una telecamera nel wc. La produzione è affidata Leone Productions s.r.l., mentre la direzione artistica a Lele Mora e al suo team.
Una volta a settimana, invece, il conduttore Nicola Maggi entrerà nell'appartamento dei ragazzi per creare una vera interazione tra Spiati e Spioni e rendere ancora più interessanti e coinvolgenti i personaggi protagonisti della casa. Con l'intervento di Nicola i ragazzi verranno sollecitati in giochi ed esercizi creativi, legati alla recitazione e non solo. Il momento di riflessione sarà dedicato agli avvenimenti della settimana per verificare le varie prove e la prestazione d'impegno. L'appuntamento per il «serale» è ogni giovedì sera alle 21 sul sito del reality, i ragazzi sono invece visibili 24 ore su 24.
Valentina Fumagalli

e.marletta

© riproduzione riservata