Giovedì 03 Novembre 2011

Clan italo-albanese nel Varesotto
Arrestato un 32enne di Ferrera

CUVEGLIO E' stato arrestato a Cuveglio dai carabinieri della stazione di Cuvio un 32 enne residente a Ferrera di Varese, su cui pendeva un'ordinanza di custodia cautelare in carcere per spaccio di sostanze stupefacenti in concorso, emessa il 13 dicembre dello scorso anno dal gip il Tribunale di Varese, Cristina Marzagalli, su richiesta del sostituto Procuratore della Repubblica di Varese, Dott. Tiziano Masini, nei confronti di un'organizzazione criminale italo-albanese-maghrebina già responsabile di tentato omicidio e di traffico di sostanze stupefacenti.

Le indagini traevano origine dal tentato omicidio di Giovanni Di Maio che, nel pomeriggio del 10 novembre 2009, si era presentato al pronto soccorso di Cittiglio con una ferita da colpo d'arma da fuoco ad un fianco.

Le investigazioni condotte nell'immediatezza a cura dei Carabinieri del Reparto Operativo di Varese permisero di riscontrare elementi discordanti tra la versione fornita dal ferito, le testimonianze raccolte nell'immediatezza e gli elementi raccolti nel sopralluogo effettuato nella zona boschiva di Masciago Primo ove era avvenuto il ferimento. Gli approfondimenti investigativi, supportati da mesi di indagini tecniche (intercettazioni telefoniche e ambientali), nonché dei più tradizionali servizi di pedinamento, avevano poi permesso di ricondurre l'episodio criminale nell'ambito di dissidi sorti nella gestione dello spaccio di stupefacenti a causa di un debito “non onorato”.

e.marletta

© riproduzione riservata