Dodicenne travolto in bici mentre attraversa
L’autombilista si è subito fermato: è stato lui a chiamare i soccorsi

Dodicenne travolto in bici mentre attraversa

Il bambino, subito soccorso, fortunatamente non ha riportato gravi ferite

Bimbo investito da un’auto: paura a Ferrera di Varese. L’incidente è avvenuto intorno alle 14 di ieri in via Battisti. La ricostruzione della dinamica dell’accaduto è affidata ai carabinieri della stazione di Cuvio subito intervenuti con i mezzi del 118 arrivati in posto con ambulanza e automedica.

Stando ai primi accertamenti il bimbo, di 12 anni, avrebbe attraversato la strada in sella alla sua bicicletta venendo travolto da un’auto sulla quale viaggiavano padre e figlia. La macchina, per fortuna, non procedeva a velocità elevata. L’impatto ha scaraventato il dodicenne sull’asfalto e per qualche istante si è temuto il peggio. L’automobilista si è immediatamente fermato e altrettanto immediata è partita la chiamata al 112. Areu ha inviato i mezzi sul posto in codice rosso: il codice di massima gravità. Trattandosi di un bambino investito l’urgenza ha avuto la priorità massima, anche perchè, forse a causa dello shock, il piccolo sembrava in stato di semi incoscienza.

I medici e il personale infermieristico sono arrivati in un lampo: piano piano il dodicenne s’è ripreso dallo spavento e ha iniziato a rispondere alle domande dei soccorritori tornando vigile e reattivo. È poi stato trasportato in codice giallo in ospedale: fortunatamente non è in pericolo di vita. Sotto shock anche l’automobilista che, forse abbagliato dal sole, non ha visto il piccolo ciclista se non all’ultimo minuto. Per fortuna l’auto viaggiava velocità contenuta, altrimenti l’esito dell’incidente avrebbe potuto essere decisamente più drammatico.

L’incidente è avvenuto sotto gli occhi di numerosi testimoni: via Battisti è infatti una delle arterie viabilistiche più importanti della piccola Ferrera ed è molto trafficata soprattutto nelle giornate come ieri, una domenica soleggiata, perchè porta alla celebre cascata.


© RIPRODUZIONE RISERVATA