C’è un problema da risolvere. ”No” dei sindaci alla Gran Fondo
Il patron Oldani incontrerà i sindaci Archivio

C’è un problema da risolvere. ”No” dei sindaci alla Gran Fondo

I primi cittadini del nord della provincia contro la chiusura delle strade

La giornata di ieri, oltre alle presentazioni ufficiali, ha portato in dote alla società ciclistica Alfredo Binda un grosso problema da sbrogliare in vista della Gran Fondo del primo ottobre: i sindaci del Nord della provincia hanno infatti detto no al passaggio della corsa amatoriale.

A non dare l’assenso al passaggio della manifestazione i comuni di Luino, Mesenzana, Montegrino Valtravaglia, Cugliate Fabiasco, Rancio Valcuvia, Grantola e Brissago Valtravaglia.

Nei giorni scorsi le amministrazioni hanno provveduto ad inviare una comunicazione formale sia alla S.C. Alfredo Binda – società organizzatrice – che alla Prefettura: la motivazione è quella di evitare disagi ai cittadini, disagi che comporterebbero la chiusura delle strade per qualche ora.

L’anno scorso fu argomento di discussione tra i partecipanti alla Gran Fondo la riapertura delle strade quando ancora alcuni corridori erano sul percorso, causando così seri pericoli per la loro incolumità. La Binda quest’anno ha cercato di essere più rigida sugli orari di chiusura delle strade, incontrando la resistenza dei sindaci. Il prossimo 25 settembre – quando il presidente Oldani sarà rientrato dalla trasferta ai Mondiali di Bergen in Norvegia – è prevista una nuova riunione tra i sindaci e la Prefettura per sistemare tutti i dettagli. Ora ci sarà da gestire un problema in più, con la speranza che ciò non metta a repentaglio la realizzazione dell’evento.


© RIPRODUZIONE RISERVATA