Il campo è (quasi) pulito. Mentre il cielo è pieno di nubi

Il campo è (quasi) pulito. Mentre il cielo è pieno di nubi

Incontro con gli investitori rimandato a oggi, ultimo giorno di mercato. Rischio diaspora dei giocatori

Giorni di attesa e di inevitabile preoccupazione in casa Varese, dal momento in cui le nubi sul futuro della società e della squadra stessa non si schiariscono.

Come vi avevamo riportato, era previsto per ieri un incontro con degli investitori interessati a rilevare la società, tale incontro è stato posticipato alla giornata di oggi, termine ultimo per poter porre una pezza alla situazione attuale prima che si completi la diaspora di giocatori. Alle 19 di oggi chiude la finestra di mercato entro cui i giocatori possono chiedere lo svincolo e, se non verrà saldata in tempo la mensilità di ottobre in arretrato, saranno in molti a ribadire la richiesta di lasciare i biancorossi.

Pessimismo

Come detto, l’incontro di oggi potrebbe sancire l’eventuale cessione della società, ma allo stesso tempo sembra che il proprietario Basile abbia trovato in queste ore le risorse per ovviare quantomeno agli arretrati di ottobre, nella speranza di bloccare le velleità di partenza dei pochi che sono rimasti. La “pezza” del pagamento di ottobre potrebbe far tornare sui propri passi qualche giocatore, ma non è sicuro che sia così perché le sensazioni delle ultime settimane non sono state per nulla positive, anche all’interno dello spogliatoio.

Tra i tifosi, che in questi giorni sono sempre attenti alle questioni relative al cambio societario, non filtra però grandissima fiducia visti i rumors che circolano circa i possibili acquirenti.

Ieri, oltretutto, non hanno preso parte all’allenamento Cristian Longobardi, ancora in fase di convalescenza dopo l’intervento al piede, e Samuele Careccia, e per entrambi è sempre più imminente l’addio.

Per Longobardi si va verso la risoluzione, Careccia potrebbe invece finire al Caravaggio. Sempre ieri si è aggregato al gruppo Alessandro Balconi, al Varese già nella stagione di Eccellenza: il classe 1997 in questo anno e mezzo ha vestito le maglie di Legnano, Varesina e Derthona. Dopo Morao e Ba, è il terzo arrivo in casa Varese, a fronte di una smobilitazione di giocatori che ha già visto partire nell’ordine i giocatori Magrin, Bruzzone, Molinari, Granzotto e Rolando.

Il lavoro della Vanoni

A gennaio, poi, sono pressoché certi gli addii di Repossi, diretto a Carpi, e di Palazzolo, che aspetta la Serie C.

Proseguono spedite invece le operazioni di sistemazione del campo in vista di domenica: la ditta Vanoni ha lavorato anche con il buio ed è riuscita a sbrogliare una situazione che sembrava molto complessa nei giorni scorsi, grazie anche al rialzo delle temperature. Tanto che la formazione di Tresoldi già domani potrebbe effettuare l’allenamento di rifinitura sul campo principale al Franco Ossola.

Oggi il campo verrà rullato e poi segnato, dopodichè sarà pronto ed a disposizione della squadra per l’ultima partita dell’anno contro la Varesina.


© RIPRODUZIONE RISERVATA