Il Piede d’Oro saluta tutti a Casorate. È l’ultima tappa, ricordando Massimo
Sorridere nella fatica: ecco il motto di tutti i partecipanti al Piede d’Oro, giunto al suo ultimo appuntamento

Il Piede d’Oro saluta tutti a Casorate. È l’ultima tappa, ricordando Massimo

Questa mattina l’appuntamento conclusivo della stagione con i 10 chilometri della Ma. Pu. Race. Domenica 15 novembre a Palazzo Estense la tradizionale cerimonia di premiazione dei vincitori

CASORATE SEMPIONE - Ultimo atto. Ultima di una serie di domeniche che hanno in bocca l’oro del mattino, quando un’intera provincia dorme ancora placida nel letto ad eccezione di un esercito di runners svegliati da un sogno che si rinnova: misurarsi con se stessi. Oggi il treno del Piede d’Oro 2015 suonerà il suo ultimo fischio, dopo un intero anno vissuto di corsa, quella che ti libera i polmoni, che fortifica il fisico, che schiarisce la mente e rafforza lo spirito. Sono i muscoli a disegnare con il loro movimento delle autentiche e continuative lezioni di vita e la vita stessa insegna che le cose belle hanno sempre un inizio e sempre una fine: dopo 31 tappe è arrivato il momento dei saluti.

Ricordando Massimo

Dopo Varese, Mustonate, Arconate, Malgesso, Voltorre, Monvalle, Cardano al Campo, Brenta, Gazzada Schianno, Cuasso al Piano, Mornago, Cuveglio, Castiglione Olona, Mezzana di Somma, Maccagno con Pino e Veddasca, Cocquio Trevisago, Azzate, Bardello, Samarate, Arcisate, Fagnano Olona, Cassano Magnago, Vinago, Besozzo, Cantello Bernate, Brebbia, Mercallo, Cardana di Besozzo, Cavaria e Albizzate, dopo asfalto e sterrato, dopo campagna e città, dopo salite e discese, arriva Casorate Sempione ha sugellare l’ultimo appuntamento. Lo fa con la settima edizione della Pu.Ma Race, gara podistica che verrà percorsa sulla distanza di 10,2 chilometri, che si snoderanno interamente sulle strade del paese del sud della provincia. Alcune curiosità, a partire dal nome: «Lo stesso del negozio sportivo che abbiamo aperto sette anni fa proprio a Casorate Sempione – spiega Angelo Puricelli, titolare del punto vendita e organizzatore dell’evento podistico – La corsa è nata con noi». Oltra a Pu.Ma Sport, fra gli instancabili allestitori ci sono l’Atletica Casorate, il Crazy Pub e il patrocinio dell’amministrazione comunale del paese, nonché il fondamentale aiuto dei volontari della Protezione Civile, indispensabili per il controllo strade durante l’evento.
Evento che, per la seconda volta, viene intitolato alla memoria di Massimiliano Mattioni, socio dell’Atletica Casorate scomparso due anni fa in un incidente stradale. L’edizione del 2015 si arricchisce di una grande novità, ad appannaggio delle famiglie e dei più piccoli. Si tratta della prima Family Run, manifestazione ludico motoria cui prenderanno parte gli alunni delle scuole del circondario, insieme ai loro genitori. La mini competizione si annuncia come una vera festa: essa si svolgerà su un percorso a chilometraggio ridotto, ovvero gli stessi 4000 metri che verranno calpestati anche dalle categorie “verdi” del Piede d’Oro, l’under 10 e l’under 14.

Siamo agli sgoccioli

Alla Family Run sarà collegata anche una speciale premiazione che animerà il dopo corsa, affiancata alle classiche che ogni domenica caratterizzano le tappe del circuito podistico più famoso della provincia di Varese. Tutti gli iscritti alla gara minore verranno ricompensati con dei gadget in regalo, mentre tre piccole coppe andranno alle prime famiglie che giungeranno al traguardo.
Ancora incerto il numero degli iscritti: lo si saprà solo stamattina, quando ai gruppi che hanno già perfezionato l’iscrizione durante la settimana si aggiungeranno i singoli. L’attesa, tuttavia, è grande: la Pu.Ma Race ha sempre totalizzato un buon numero di partecipanti, non da ultimo i 700 che hanno riempito le strade di Casorate nel 2014. Più gente ci sarà, soprattutto alla Family Run, più bene si riuscirà a fare: il ricavato dalle quote d’iscrizione di quest’ultima, infatti, verrà devoluto in beneficenza al comitato genitori delle scuole di Casorate Sempione.
Poi sarà davvero la fine di un’esperienza mitica che in dieci mesi ha segnato la vita agonistica e lo spirito sportivo di migliaia di persone. La fine sul campo, sulla strada, ma non la fine di tutto. Domenica 15 novembre, infatti, il sipario si chiuderà al Salone Estense del Comune di Varese, dove tutti gli atleti e le atlete che hanno dato vita al Piede d’Oro verranno premiati in un galà finale da vivere. In attesa di ripartire per un’altra avventura.


© RIPRODUZIONE RISERVATA