Lavena a Londra con i suoi studenti per una regata a cinque cerchi
Il progetto realizzato con la Canottieri Luino è un fiore all’occhiello per la scuola e per il comune di Lavena Ponte Tresa

Lavena a Londra con i suoi studenti per una regata a cinque cerchi

Quindici allievi della Manzoni alla “Junior Sculling Head”, che si terrà nel bacino delle Olimpiadi 2012

Sono partiti oggi 15 ragazzi e ragazze delle Istituto Manzoni di Lavena Ponte Tresa in direzione Londra per partecipare alla regata “Junior Sculling Head 2017” in programma venerdì a Eton Dorney, sul bacino olimpico di Londra 2012.

In compagnia del professor Claudio Bossi e della rappresentanza della Canottieri Luino (Rosy Spozio, responsabile settore scuole; Lorenzo Lissoni, vicepresidente), i giovani atleti parteciperanno a questo importante appuntamento nel calendario britannico aperto anche alle altre nazioni con 590 equipaggi protagonisti nelle specialità 4 di coppia, 4 di coppia con timoniere e otto di coppia con timoniere.

«Per loro sarà una grande emozione - spiega il presidente della Canottieri Luino Luigi Manzo - Questa trasferta è collegata a un progetto formativo avviato dalla Canottieri Luino nel giugno 2016 per far partecipare annualmente a quest’evento e alla Junior Sculling Head o alla Schools Head of the River almeno due equipaggi scolastici. Attraverso la pratica del canottaggio i ragazzi hanno potuto sperimentare ed acquisire i valori e le competenze motorie che caratterizzano la nostra disciplina: integrazione, dinamismo, potenza, resistenza, senso di responsabilità reciproco, solidarietà, interazione. A Londra avranno il privilegio di confrontarsi e integrarsi con centinaia di coetanei di diverse nazionalità sviluppando quel senso di appartenenza che deriva dal rappresentare il proprio territorio ed il proprio istituto scolastico».

Soddisfazione anche per Massimo Mastromarino, sindaco di Lavena Ponte Tresa: «L’attività scolastica e la valorizzazione del nostro lago sono alcune delle strategie che condividiamo con la Canottieri Luino e che aggiungono valore alla comunità. Grazie all’impegno della Comunità Montana del Piambello per molti giovani si aprono nuove opportunità sportive e formative: sono lieto che gli studenti della scuola di Lavena Ponte Tresa siano i primi a poterle sperimentare».

A sintetizzare l’esperienza, il dirigente scolastico Chiara Galazzetti: «Finalmente ci siamo! Siamo partiti otto mesi fa con un progetto difficile e ambizioso. I nostri ragazzi si sono appassionati al canottaggio due equipaggi della nostra scuola vivranno una splendida esperienza nel bacino delle Olimpiadi di Londra. Al rientro da questa prima trasferta pianificheremo sin da subito le attività per il 2018 facendo tesoro dell’esperienza maturata quest’anno».


© RIPRODUZIONE RISERVATA