Martinenghi e Castiglioni centrano la finale anche dei 100 rana

Martinenghi e Castiglioni centrano la finale anche dei 100 rana

I nostri campioni proseguono la loro avventura agli Europei di Copenhagen: oggi l’atto conclusivo

Dopo la doppia finale nei 50 metri rana, Nicolò Martinenghi ed Arianna Castiglioni centrano anche il pass per l’atto finale nella distanza lunga agli Europei di nuoto in vasca corta di Copenhagen, in Danimarca.

Sia il ranista di Azzate che la bustocca raggiungono la finale anche nei 100 rana ed oggi saranno di nuovo in vasca dopo le batterie e le semifinali di ieri. Una bella iniezione di fiducia per entrambi, i “gemelli della rana” come potremmo definirli.

Partiamo da Nicolò: per il talento del Nuoto Club Brebbia arriva così la seconda finale europea in carriera: dopo un 200 non esaltante giovedì, ieri Martinenghi è tornato nella sua “comfort zone” su una distanza in cui si trova più a suo agio. Alla mattina, in batteria, ha nuotato in 57”78, facendo già segnare il suo personale in vasca corta sui 100, ma nella semifinale del pomeriggio è andato ancora meglio. 57”60 il tempo, che gli è valso l’ultimo posto disponibile per l’accesso alla finale di oggi (ore 18.10).

Una buona progressione, che nel pomeriggio gli è valsa anche il record mondiale juniores sulla distanza, e che Nicolò benedice con un sorriso in zona mista: «Sono molto felice per il tempo, che è il mio migliore, e per aver migliorato il riscontro della mattina. Indipendentemente da questo, ho commesso qualche errore ma centrare un’altra finale è sempre una soddisfazione. Visto il tempo non ci speravo tantissimo in realtà, ma sono felice».

Arianna è scesa invece in vasca circa mezz’ora dopo Nicolò ma ha bissato il risultato dell’altro varesino. Con il sesto tempo complessivo la bustocca del Team Insubrika è qualificata alla finale, dopo essersi avvicinata tantissimo al record italiano: in mattinata la Castiglioni ha timbrato un bel 1’05”72, nel pomeriggio ha abbassato il tempo fino ad 1’05”37, arrivando a pochissimo dall’1’05”28 di Lisa Fissneider, detentrice del primato italiano. A margine della semifinale, Arianna ha commentato così la sua giornata in vasca: «Ho nuotato il mio miglior tempo e sono contenta, spero di potermi migliorare ancora in finale, soprattutto negli ultimi 25 metri, che mi mancano ancora. Però siamo tutte lì, speriamo di far bene. Non so se è possibile fare un pensiero al podio, farò il possibile». Arianna sarà in vasca per la finale alle 17.13, sperando di poter avvicinare veramente il podio o comunque migliorare il sesto posto sui 50.


© RIPRODUZIONE RISERVATA