«Nuovi volti, organigramma serio. E un obiettivo: Serie B nel 2020»
Foto di gruppo per Martignoni, Taddeo, Basile, Russo e Merlin (Foto by Varese Press)

«Nuovi volti, organigramma serio. E un obiettivo: Serie B nel 2020»

Il presidente Taddeo e il vice Basile hanno svelato il futuro del Varese: «Vogliamo essere chiari e concreti»

Ieri, allo spazio Futuro Anteriore i proprietari Aldo Taddeo e Paolo Basile hanno svelato il nuovo Varese Calcio. La presentazione era... legata da un’immagine simbolica: quella di un filo rosso, che collega il passato biancorosso al presente (e ai suoi tifosi) e lo proietta nel futuro.

La struttura societaria

Mattatore della conferenza il presidente Taddeo, che ha svelato le tante idee che il sodalizio ha in cantiere per la società biancorossa, spiegando la volontà « di essere chiari e soprattutto concreti» e auspicando «il supporto promesso dal comune e dal sindaco Galimberti, che oggi abbiamo invitato ma non è potuto essere qui».

Il primo passaggio affrontato è la nuova organizzazione sociale e un’organigramma importante, con compiti e responsabilità definite. Si parte dalla ForVa srl, la società di Taddeo e Basile che controlla le quote (80%) in loro possesso: il nuovo amministratore delegato è Franco Colombo, già membro del CdA. Il Varese Calcio si è poi... sdoppiato: ci sarà il Varese Calcio srl (il presidente Taddeo ha modificato la tipologia di società) per la gestione della prima squadra, e il Varese Calcio ssd arl per il settore giovanile con Paolo Basile presidente e Paolo Maccecchini presidente onorario.

Per quanto riguarda il Varese Calcio srl il presidente è Taddeo e i vicepresidenti Basile con delega sportiva e l’americano Matt Reeser (uno dei due nuovi soci insieme allo svizzero Edoardo Russo) con delega al marketing. Il nuovo amministratore delegato è Francesco Martignoni («medico e top manager del settore farmaceutico e mio amico d’infanzia: persona rispettabile, concreta, disponibile, che sa lavorare» la presentazione di Taddeo). Non svelati il direttore generale e il segretario generale (quest’ultima dovrebbe essere la varesina e già ex biancorossa Chicca Bianchi, l’anno scorso all’Olbia), poiché legati a una società professionistica e ancora non liberi. A Silvio Papini gli affari generali, Papa e Baderna all’amministrazione, Roberto Bianchi responsabile marketing, Federica Rogato responsabile ufficio stampa, Fabio Rossi delegato alla sicurezza, Antonella Fidanza delegata ai rapporti con la tifoseria. Area tecnica confermata rispetto a quanto già noto. «Ci siamo organizzati per essere un’azienda seria - la spiegazione di Taddeo - Obiettivo trasparenza, forza, chiarezza: saprete con chi parlare per ogni funzione specifica».

Prima squadra e ripescaggio

Poi, l’obiettivo: «È giusto darsene uno, anche ambizioso - le parole di Taddeo - Il nostro è questo: nel 2020 vorremmo festeggiare i 110 anni del Varese Calcio con la serie B».

Per le novità più immediate rispetto alla prima squadra, bisognerà aspettare un attimo: «Giocatori? Ci sono strette di mano, ma li ufficializzeremo quando avremo le firme - ha detto il vicepresidente Basile - Serie C? Anzitutto diciamo che in serie D siamo già iscritti. Poi non vogliamo illudere nessuno: siamo 12esimi in lista e non vogliamo fare il passo più lungo della gamba. Se poi la Lega dovesse chiamarci e noi essere pronti...». Sull’argomento anche Taddeo: «Non vogliamo fare proclami: vedremo se possiamo permettercelo».

Gli altri progetti presentati
- La maglia e il ritiro
- Varesello e Franco Ossola
- Campagna abbonamenti


© RIPRODUZIONE RISERVATA