Pro Patria, ancora un piccolo sforzo

Pro Patria, ancora un piccolo sforzo

Tigrotti campioni d’inverno, per festeggiare anche alla fine della stagione serve l’ultimo salto di qualità

Campioni d’inverno, imbattuti sul campo della seconda e della terza classificata nel girone di andata, porta inviolata da 275 minuti, fare le pulci alla Pro Patria di questi giorni è assolutamente irriguardoso, ma in un’ottica di vittoria del campionato, e conseguente promozione diretta in Serie C, manca ancora qualcosa.

Cerchiamo di capire da dove partire allora e puntiamo il dito, si fa per dire, contro Santana, o meglio, contro la Santana-dipendenza: 10 reti nelle prime 9 partite per l’argentino con 21 punti messi in fienile, poi l’infortunio che ha fatto da preambolo alla doppietta contro il Trento, uniche marcature nelle ultime 6 presenze del patagonico; 6 presenze in cui i biancoblù hanno raccolto solo 11 punti con 3 vittorie, 2 pareggi e 1 sconfitta contro la Pergolettese, a voler ben vedere una media che non è da primato.

L’ultimo gol in trasferta del capitano risale al 18 ottobre quando risultò decisivo nello 0-1 con la Virtus Bergamo, purtroppo per Javorcic non c’è stato ancora nessuno in grado di sostituirlo nell’apporto sotto porta; i fari sono puntati contro Le Noci, giocatore assolutamente fuori categoria, che forse ha fatto un po’ di fatica ad ambientarsi col gioco ruvido degli avversari in Serie D, lo aspettiamo al varco nel girone di ritorno per permettere alla squadra di fare il salto di qualità definitivo e di ammazzare il campionato come ha fatto il Monza nella scorsa stagione.

Possibile? Certo che sì, ora che si sono viste finalmente tutte le avversarie possiamo affermare con certezza che la Pro Patria è la squadra più forte dell’intero girone avendo dominato sul campo praticamente tutte le avversarie ad eccezione della Pergolettese, unica giornata, e avversaria, davvero storta nei primi 4 mesi di questa stagione. La lunghezza della panchina e un condottiero come Javorcic sono garanzia che questo accada già a partire dal prossimo 7 gennaio quando i Tigrotti torneranno in campo per la prima di ritorno contro il Lecco in terra lagunare.

Ieri intanto è stato il momento di festeggiare perchè si è tenuta la serata biancoblu: tutti gli atleti di Prima squadra, Juniores Nazionali, Allievi Regionali, Giovanissimi Regionali, Giovanissimi Provinciali e Scuola Calcio si sono ritrovati alle ore 20.45 si terrà presso il Teatro Sociale di Busto Arsizio per festeggiare insieme il Natale con la partecipazione di tre comici d’eccezione come Carletto Bianchessi, Marisa Rampin e La Cesira. Un momento per stare insieme, per festeggiare i sogni dei grandi, per guardare all’anno nuovo con ottica positiva e con le stesse tinte biancoblù.


© RIPRODUZIONE RISERVATA