«Ripescaggio? Prima dal Comune vorrei rassicurazioni sullo stadio»
Ieri il confronto a Palazzo Estense tra il presidente Aldo Taddeo e il sindaco di Varese Davide Galimberti

«Ripescaggio? Prima dal Comune vorrei rassicurazioni sullo stadio»

Il presidente Taddeo a colloquio con il sindaco di Varese, Galimberti: «Al Franco Ossola servono interventi»

Una riunione per guardarsi negli occhi e trovare accordi per il futuro. Ieri il presidente Aldo Taddeo ha incontrato il sindaco di Varese Davide Galimberti per fare il punto su due situazioni calde in casa biancorossa: il centro sportivo di Varesello e lo stadio Franco Ossola.

Partiamo dal primo: come dichiara Taddeo «il Varese ha presentato al sindaco il progetto in maniera chiara, lo stesso svelato in conferenza stampa. L’idea è anche furba: riqualificare l’intera area di Varesello, un lavoro che andrebbe a favore anche dei cittadini e non solo della società: interventi pratici e concreti, senza esagerare. Abbiamo chiesto al sindaco di poter estendere la convenzione per Varesello dai 10 anni attuali a 25. In più, vorremmo avere un contributo dal comune per poter ammortizzare l’investimento. Anche perché l’area rimane sempre di proprietà del comune».

Il discorso si è poi spostato sullo stadio: «Per affrontare la Serie C, ora o in futuro, ci sono degli interventi strutturali importanti per metterlo in sicurezza. Non vorrei stare in tribuna e osservare i calcinacci che cadono. Ci sono delle questioni da risolvere, serve il minimo necessario. Da parte nostra c’è massima disponibilità per questi interventi, la Serie C impone investimenti in tal senso, ma non possiamo e non vogliamo farli da soli e per questo chiediamo che ci vengano incontro per rendere lo stadio pubblico e per evitare di gettare via soldi in utenze come acqua ed energia. Per questo il Comune si impegnerà a e un sopralluogo con i tecnici: si rendono conto anche loro che ci sono lavori che non si possono più rimandare».

In tema serie C, Taddeo chiarisce i punti: «Ne ho parlato anche con il sindaco: noi il 28 luglio abbiamo una scadenza per decidere se chiedere il ripescaggio, però prima di sciogliere le riserve vorrei avere rassicurazioni in merito a questi interventi, anche per capire quali sono le risorse a disposizione. Anche perché l’esborso totale non è solo di 300mila euro, ma si aggira attorno agli 800-900mila euro».

A commento di questo incontro, ha parlato anche il sindaco Davide Galimberti: «È stato un incontro utile nel quale è stata manifestata da parte della società la volontà di andare avanti con particolare attenzione al settore giovanile. Il comune di Varese è disponibile a supportare e sostenere un progetto di medio-lungo termine che guardi con attenzione proprio al settore giovanile».


© RIPRODUZIONE RISERVATA