Sabato 06 Settembre 2014

Un raduno Aermacchi da brividi

Walter Villa guida la moto di papà

Domani alla Schiranna la regina è lei: la moto iridata della 250 nel ’74

C’è chi arriva apposta dagli Stati Uniti, dalla Thailandia e dalla Scozia.

Senza contare i tanti ospiti provenienti da Francia, Austria, Germania e da molte regioni italiane.

Assume un respiro sempre più internazionale il Raduno Aermacchi in programma domani alla Schiranna (con un primo assaggio nella giornata di oggi proprio per chi arriva da lontano). Il luogo del ritrovo, storico e suggestivo, è la fabbrica in riva al Lago di Varese dove un tempo venivano costruite le moto della mitica Aermacchi (e dove oggi nascono le altrettanto affascinanti MV Agusta).

Domani ci sarà da festeggiare un doppio, importante anniversario: i vent’anni dal primo motoraduno, e i 40 anni dal primo dei quattro titoli mondiali conquistati dal pilota modenese Walter Villa alla guida della moto varesina. Ricorrenza che sarà celebrata nel miglior modo possibile, con la presenza alla Schiranna della famiglia del compianto Walter Villa, a cominciare dal figlio Marco, che guiderà proprio la 250 bicilindrica con cui il papà conquistò il titolo mondiale nel 1974.

Il programma di domani prevede il ritrovo con l’esposizione delle moto Aermacchi sul piazzale della fabbrica MV alla Schiranna (l’apertura delle iscrizioni è fissata per le 9.30).

Alle 11 si parte per il tradizionale giro turistico sulle strade del Brinzio, con sosta (solo per gli iscritti) per un aperitivo analcolico alla Pro Loco di Castello Cabiaglio.

Dopo di che si tornerà tutti alla Schiranna - rigorosamente a velocità codice - per il pranzo al ristorante Mariuccia (ore 13), attiguo alla MV. Dicevamo dell’antipasto di oggi. Già perché i visitatori provenienti da lontano (una coppia arriva appositamente dagli Stati Uniti), si ritroveranno nel primo pomeriggio di oggi nel parcheggio della MV Agusta per un primo incontro informale, per poi cenare in serata alla Schiranna. Domani i piatti forti, con il giro al Brinzio e l’arrivo di Marco Villa, per un 20° raduno che si preannuncia più che mai emozionante.

© riproduzione riservata