Giro di vite alla prostituzione: 18 indagati
Si sono concluse le indagini della Polizia di Stato sul fenomeno noto come “trafficking” (Foto by archivio)

Giro di vite alla prostituzione: 18 indagati

Concluse le indagini sul fenomeno dell’importazione di ragazze dalla Nigeria per farle prostituire. Quattro connazionali delle donne tra i principali i sospettati

BUSTO ARSIZIO - Nella mattina di mercoledì 14 settembre si è conclusa un’importante attività di indagine sul fenomeno criminale noto come “trafficking”, il trasporto illegale di esseri umani finalizzato allo sfruttamento. Le indagini degli investigatori della Polizia di Stato di Busto Arsizio sono iniziate sul finire del 2014 per un’attività di controllo nella zona del Sempione, strada a cavallo tra Busto e Gallarate, frequentata da prostitute di colore.

I poliziotti hanno scoperto un giro di prostituzione di donne provenienti dalla Nigeria, gestito principalmente - nel complesso gli indagati sono stati 18 - da quattro nigeriani: una 46enne nigeriana soprannominata “Happy”, una 27enne detta “Shakira”, un 32enne conosciuto come “Terry” e un 27enne domiciliato a Busto Arsizio. Oltre allo sfruttamento della prostituzione, ad alcuni dei soggetti indagati è contestato anche il reato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Le ragazze venivano portate dalla Nigeria e obbligate a prostituirsi per ripagare il debito contratto minacciate in alcuni casi anche con dei riti voodoo.

L’approfondimento completo sul giornale in edicola giovedì 15 settembre 2016.


© RIPRODUZIONE RISERVATA