Ladri recidivi colti sul fatto. Scattano due arresti
Entrambi con precedenti per furti in abitazioni private, i ladri sono stati fermati in due distinte operazioni (Foto by archivio)

Ladri recidivi colti sul fatto. Scattano due arresti

Vita dura per i topi d’appartamento. Carabinieri e polizia hanno fermato un marocchino di 19 anni e un 40enne italiano

Ladri di appartamenti e di garage in manette tra Solbiate Olona e Busto Arsizio. A Busto il “topo” dei box è stato arrestato dagli agenti di polizia di Stato: erano da poco passate le 6.30 di ieri mattina quando è arrivata la segnalazione di un’intrusione nei garage di una palazzina in via Rodari. La pattuglia si è precipitata sul posto, dove è arrivata giusto in tempo per notare un individuo che stava scavalcando la recinzione dell’edificio sul lato di via Tolmino. L’uomo avrebbe notato la pattuglia, tanto da fare rapidamente dietro-front rientrando nell’area condominiale. I poliziotti si sono messi subito sulle sue tracce rincorrendolo a piedi. In realtà i “topi” erano due. Gli agenti non si sono dati per vinti e sono riusciti a raggiungerne uno, un marocchino di 19 anni residente in un comune dell’Alto Milanese già noto agli uomini del Commissariato per reati contro il patrimonio commessi in città. Il sopralluogo nei garage ha permesso di accertare che uno di questi era stato forzato e che i ladri avevano prelevato due biciclette di valore. Il ragazzo è accusato di furto aggravato.

A Solbiate Olona, invece, i carabinieri hanno catturato un 40enne già noto alle forze dell’ordine, pizzicato dai militari mentre si trovava a Solbiate con il cappuccio sulla testa, di fronte a un condominio del paese. L’ipotesi è che l’uomo stesse facendo da palo oppure una ricognizione per saccheggiare qualche appartamento. È stato arrestato poiché risultato colpito da un ordine di carcerazione emesso dal tribunale di Busto Arsizio dovendo espiare una residua di 6 mesi di reclusione per il reato di furto in abitazione in concorso, commesso a Samarate nel 2010.n 
P. Vac.


© RIPRODUZIONE RISERVATA