Mix&match. Arredi low cost con chicche di design
Parola d’ordine mischiare stili e non solo (Foto by Andrea Mariani)

Mix&match. Arredi low cost con chicche di design

La parola d’ordine è mischiare e alternare gli arredi di classe con quelli più semplici

La cucina ruba la scena alla camera da letto e l’ultimo trend in fatto di arredo è il mix&match.

Le case si fanno sempre più smart con più di un occhio di attenzione alla sostenibilità ambientale.

Secondo l’ultimo Osservatorio Compass sui venditori convenzionati, realizzato in occasione della settimana del design milanese, è la cucina il luogo su cui si concentrano maggiormente gli interventi e gli acquisti dei clienti (68%).

Cresce in generale l’attenzione per la zona giorno, con salotto, cucina e sala da pranzo sempre più integrate tra loro. Se per la cucina e la sala da pranzo si richiede una maggiore funzionalità (rispettivamente per il 53% e il 57%), per il salotto prevale l’ospitalità (44%).

Nel settore dell’arredamento invece, al primo posto tra i trend proposti vince, per oltre la metà dei convenzionati (55%), la scelta di abbinare un arredamento low-cost a oggetti importanti di design, sulla scia del “mix & match” avvenuto in questi anni nella moda. Seguono la sostenibilità ambientale (37%) e la smart home (23%).

La casa, dunque, è sempre al centro dei progetti degli italiani.

Oltre un quinto (21%) delle famiglie ha infatti in programma, nei prossimi 12 mesi, un intervento di ristrutturazione e il rinnovo dell’arredamento interno è quello più richiesto (dal 39%), seguito dagli interventi per il risparmio energetico.

Quasi un quarto (24%) sa già che utilizzerà gli incentivi fiscali prorogati con la legge di Stabilità del 2016.


© RIPRODUZIONE RISERVATA