Pulire le grondaie di casa è fondamentale  O gli acquazzoni estivi ci daranno grattacapi
Tenere le grondaie pulite evita danni a facciate intonaci interni e controsoffitti

Pulire le grondaie di casa è fondamentale

O gli acquazzoni estivi ci daranno grattacapi

Manutenzione - Non scordatevi di rimuovere fogliame, rami e aghi di pino: bisogna garantire all’acqua la possibilità di defluire

Con l’arrivo della bella stagione pulire le grondaie di casa è fondamentale. Piogge e vento le avranno riempite di foglie e rami, da eliminare per assicurare il defluire dell’acqua, che a ogni acquazzone scendendo sul muro può impregnarlo d’umidità.
Quando si lavora in altezza occorre prendere le dovute precauzioni. Le gronde in zinco offrono la resistenza sufficiente perché si possa addossare una scala a pioli. Attenzione però non farlo con le gronde in pvc, che rischiano di rompersi. Quando si lavora sulla scala è preferibile farlo in presenza di qualcun altro, perché il pericolo di scivolare o cadere è sempre presente. Una volta in sicurezza, si può cominciare a pulire il tetto nella zona più vicina alla gronda.
Poiché occorre pulire a fondo la gronda ogni volta che si riempie di foglie o di aghi di pino, approfittatene per eliminare tutto ciò che potrà intasarla, tagliando anche le diramazioni di piante rampicanti che possono raggiungerla. Con le cesoie tagliare tutta la vegetazione rampicante che cresce in prossimità della gronda. Attenzione agli eventuali fili di impianti che potrebbero passano in questa zona. Con uno scopino o un rastrellino metallico, passare dentro la gronda, facendo uscire i detriti presenti.
Utilizzare un trapiantatore di forma curvata per rimuovere il fogliame; in alternativa, raccogliendo con le mani, indossando guanti da lavoro. I pluviali si intasano molto facilmente e vanno perciò protetti. Per fermare le foglie, così che non ostruiscano il condotto, all’imbocco mettere un filtro grigliato fissato a incastro o un fermafoglie. Per pulire l’interno del pluviale si può ricorrere a un manico di scopa, con avvolto all’estremità uno straccio, così da eliminare tutte le ostruzioni.
L’ultima operazione da fare è salire in cima e versare un secchio di acqua calda, ancora una volta per togliere tutti i residui. La pulizia della grondaia è un’operazione che può essere necessario eseguire con maggiore frequenza, specialmente in autunno, per evitare che le foglie e altri detriti vadano di nuovo ad occludere il pluviale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA