Mercoledì 16 Luglio 2014

Gospel stellare per il Festival varesino

Queen Yahna delizierà a più riprese il pubblico varesino

A Varese il gospel incanta, quest’anno con una madrina d’eccezione. Dal 18 al 20 luglio, il Varese Gospel Festival 2014 tornerà ai Giardini Estensi e, per la prima volta, sarà anche al Teatro Santuccio. È una tradizione ormai consolidata quella che porta il canto gospel a riempire le serate dell’estate varesina.

«È un format collaudato da 16 anni - dice Fausto Caravati, direttore artistico della rassegna - Cambiano gli artisti, ma la formula è la stessa e le presenze mostrano quanto sia apprezzata». Sono migliaia, infatti, i varesini che hanno seguito sin dalla nascita, “il festival Gospel più importante d’Italia”, come annunciato dagli stessi organizzatori.

«Abbiamo un “pezzo grosso” da Philadelphia: Queen Yahna che guida il gruppo di punta per questa edizione. Si tratta di una presenza intensa, non di una toccata e fuga».

La performer, infatti, terrà un workshop e poi in serata un concerto sabato. «Domenica canterà alla messa delle 11.30 nella basilica di San Vittore, tradizionalmente animata dalla musica dei cori gospel, e alla sera si esibirà coi Greensleeves. Sarà impiegata dall’inizio alla fine: proprio come una madrina del festival».

È un’artista carismatica di fama internazionale, con capacità musicali che coprono ogni fascia dalla lirica, gospel al rock. È stata acclamata a Broadway e nelle American National Productions per il personaggio di Maria in “Porgy and Bess”, che le è valso una nomination per un Tony Award come miglior attrice non protagonista.

Novità del 2014 per il Varese Gospel Festival è l’esibizione iniziale al teatrino di via Sacco. «Per il primo anno portiamo il festival indoor. Tutta la manifestazione sarà all’aperto, tranne la prima serata, che richiede un posto particolare per un gruppo vocale senza strumenti».

Venerdì 18 luglio, alle 21, quindi saliranno sul palco i cantanti del Comedaccordo Vocal Quintet che porteranno a Varese il loro pop, gospel a cappella. «Nell’edizione 2014 apriamo il festival a un gruppo vocale a cappella. Il venerdì iniziamo con il suono più acustico e un gruppo meno corposo, ma di sicuro appeal, anche per la location. Solitamente, invece, abbiamo sempre avuto band che suonano con una numerosa formazione. Quest’anno il coro più numeroso è quello di Padova con 46 elementi».

I Giardini Estensi ospiteranno, invece, sabato 19 alle 21, Blubordò Vocal Ensemble e Queen Yahna & Friends.

Blubordò è una formazione vocale che si è costituita come ensemble di studio sulla vocalità in genere, e i brani che oggi propone spaziano dal gospel, alla musica pop, e dai musical alle colonne sonore. Queen Yahna & Friends è un gruppo composto da professionisti d’altissimo livello che riescono a trasmettere il vero black soul & gospel.

Domenica, oltre alla messa, l’appuntamento è in serata sempre all’aperto, alle 21, con il varesino Greensleeves Gospel Choir, diretto da Fausto Caravati, con la special guest Queen Yahna.

L’ingresso per ciascun concerto è di 5 euro. Sono ancora aperte le iscrizioni, entro il 18 luglio, per il seminario con Queen Yahna di sabato 19, dalle 10 alle 17, al teatro Santuccio: il costo è di 25 euro. Per iscrizioni e informazioni www.varesegospel.it.

© riproduzione riservata