Il mondo del circo fa tappa a Cardano. E l’arte diventa a portata di tutti

Il mondo del circo fa tappa a Cardano. E l’arte diventa a portata di tutti

Dal 18 al 22 settembre spettacoli e conferenze. «Le critiche? Solo se costruttive»

CARDANO - Dal 18 al 22 settembre Cardano al Campo sarà ancora di più la casa del circo, prima con il meeting nazionale degli operatori di circo educativo e circo sociale e poi con una due giorni di festival. «Qualche mese fa abbiamo ricevuto la proposta di aderire al bando per poter ospitare il meeting - dichiara l’assessore alla cultura Andrea Franzioni - Vista l’importanza della manifestazione e il legame che lega Cardano al circo, non abbiamo esitato a dare il nostro appoggio».

«Una grande festa»

Una grande occasione che è perfettamente in linea con «il lavoro che negli ultimi anni è stato fatto intorno al tema del circo - sottolinea l’assessore - sia con il Mast che con la Scuola di Circo». Saranno un centinaio gli addetti ai lavori che parteciperanno al meeeting e che oltre a svolgere le proprie attività «terranno delle lezioni e dei laboratori nelle scuole ed in altre aree cittadine».

Per gli organizzatori Marco Raparoli e Luana Facchetti della scuola di Circo Sbocc «sarà una festa per Cardano e per i cardanesi - affermano - è nostro intento coinvolgere le associazioni che sono attive sul territorio». Proprio per questo, qualche settimana fa, è stata indetta una riunione per incontrare gli operatori. «Abbiamo chiesto alle associazioni di proporci idee e progetti per gli allestimenti - dichiara Raparoli - questo è il tipo di collaborazione che ci piace. Anzi, chi ha un progetto, anche con materiali di recupero, è il ben accetto».

Il programma

All’appello hanno già risposto alcune attività cittadine che hanno dato la propria disponibilità come Balance Academy, Comitato Genitori, Filarmonica, Para Todos Todo, Pixel FotoClub e la Pro loco. Il cuore pulsante di tutte le iniziative sarà la scuola di circo, il salone della Casa del Popolo e la sala Ipazia, «ma invaderemo pacificamente anche le vie del centro - sottolinea Facchetti - ogni sera ci saranno eventi aperti al pubblico con musica, conferenze presentazione di libri». Una festa che si concluderà con il Festival il 23 e 24 settembre, dove le arti circensi saranno le protagoniste indiscusse.

«Stiamo organizzando anche uno street food in piazza mercato - precisa Facchetti - ci sarà un’area per le associazioni locali culturali e sportive e non mancherà il torneo di basket». Una stoccata finale alle polemiche: «Accettiamo le critiche solo se costruttive» conclude Facchetti. In attesa di assistere al meeting, nel mese di settembre saranno organizzate delle anteprime, il 10 a Cavaria con Premezzo, il 21 al Novotel e il 22 a Besnate.


© RIPRODUZIONE RISERVATA