Perde il controllo della sua auto e si schianta lungo la 336

Perde il controllo della sua auto e si schianta lungo la 336

Vittorio Ferrario, gorlese di 80 anni, è morto prima del trasporto in ospedale. Ferita la moglie

Schianto lungo la superstrada 336 per Malpensa: muore un pensionato di 80 anni residente a Gorla Minore. Vittorio Ferrario era in arresto cardiaco quando è stato raggiunto dai medici del 118: è morto prima del trasporto in ospedale. Ferita anche la moglie di 81 anni: nell’impatto contro il guardrail ha rimediato un trauma toracico e alcune fratture facciali. È stata trasportata in codice giallo all’ospedale sant’Antonio Abate di Gallarate. Non è in pericolo di vita.

Tutto da solo

L’incidente è avvenuto pochi minuti prima delle 16 di ieri nel tratto della superstrada tra gli svincoli di Casorate Sempione e Cardano al Campo, poco prima dell’unica area di servizio presente sul tracciato. Ferrario era alla guida di una Lancia Delta: l’auto con Malpensa alle spalle viaggiava in direzione dello con la A8 Milano-Varese. La coppia stava probabilmente rincasando.

Per ragioni ancora in corso di accertamento il pensionato ha perso il controllo della Delta che è andata a sbattere contro il guardrail laterale al tracciato. Secondo le prime valutazioni l’anziano sarebbe stato colto da malore perdendo lucidità e di conseguenza perdendo il controllo della vettura. Nella carambola l’auto non ha coinvolto nessun altro mezzo.

Malore fatale?

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, con un’autopompa e un fuoristrada attrezzato per incidenti stradali, che hanno messo in sicurezza il veicolo e collaborato con il personale sanitario. Sul posto il personale del 118 con ambulanza e auto medica, oltre agli agenti della polizia stradale di Milano. Le condizioni del pensionato sono apparse immediatamente gravissime: l’anziano era in arresto cardiaco. Medici e personale sanitario hanno tentato il tutto per tutto per stabilizzarlo: l’ottantenne è stato rianimato per quasi un’ora. Ogni sforzo si è rivelato vano: l’anziano è morto prima che potesse essere trasportato in ospedale. L’autopsia chiarirà cosa abbia determinato il decesso: se il malore, come si ipotizza, oppure le ferite provocate dallo schianto.

L’incidente ha avuto pesanti ripercussioni sul traffico. La 336 è rimasta chiusa per circa due ore in direzione A8, tra gli svincoli di Casorate e Cardano, per permettere le operazioni di soccorso. Il traffico è rimasto paralizzato sino alle 18 circa in direzione della A8 con code sino a cinque chilometri. Ripercussioni anche sulla viabilità interna ai comuni che costeggiano la superstrada. Il traffico ha infatti deviato intasando gli svincoli (tutti regolati da rotatorie) e le provinciali che attraversano i paesi della zona. La situazione è tornata alla normalità soltanto dopo le 18.


© RIPRODUZIONE RISERVATA