Il peggior scherzo di ieri? Il funerale con i coriandoli
Il carro funebre da una parte, le casse e i tamburi dall’altra: questa era piazza Libertà ieri mattina

Il peggior scherzo di ieri? Il funerale con i coriandoli

A Saronno imbarazzante concomitanza di eventi in piazza Libertà. Musica e festa mentre nella chiesa Prepositurale si celebra l’addio

Si accende il carnevale, ma in piazza spunta un carro funebre. Non è uno scherzo di carnevale e nemmeno uno stravagante carro allestito per la sfilata carnevalesca. Si è trattato di un errore organizzativo tragicomico che ha suscitato non poco scalpore tra i saronnesi. Infatti, ieri mattina, in piazza Libertà vi è stata una sovrapposizione di eventi: da una parte la cerimonia di apertura del carnevale, dall’altra un funerale. La strana situazione ha creato imbarazzo da entrambe le parti. Ma andiamo con ordine. Il via al carnevale saronnese era stato previsto per le 10 con la consegna delle chiavi della città alle due maschere saronnesi Re Amaretti e Regina Granella, da parte dell’assessore alla Cultura, Lucia Castelli. Alle 10.30 sarebbe dovuta partire la gara di mascherine dedicata ai più piccoli. Ma la scaletta non è stata rispettata a causa del classico ritardo “accademico” che ha visto grandi e piccini arrivare in ritardo all’appuntamento previsto in piazza Libertà.

A proposito di rispetto

Ma, mentre, la cerimonia inaugurale si accingeva a iniziare ecco spuntare sul retro del palco un carro funebre per un funerale previsto nella chiesa Prepositurale. Per qualche secondo tra gli organizzatori è calato il gelo. Poi, la decisione di attendere l’accensione di musica e microfoni per rispetto nei confronti dei congiunti del defunto. Nonostante la massima attenzione da parte degli organizzatori della manifestazione carnevalesca, la musica e la baldoria erano comunque udibili all’interno della chiesa. Il concorso di mascherine è durato meno di un’oretta, ma parenti e amici del defunto hanno preferito attendere la fine della manifestazione prima di lasciare la Prepositurale.

Non è la prima volta

I congiunti del defunto non hanno apprezzato questa strana commistione tra un momento intimo e di sofferenza con una situazione di festa e di gioia. In realtà una situazione analoga si era già verificata in città qualche anno fa, proprio in occasione del carnevale. In quell’occasione, però, si era riusciti a giocare d’anticipo e a spostare la funzione funebre in una chiesa vicina, riuscendo a garantire la dovuta intimità a amici e parenti della salma. Terminata la mattinata, e superato l’imbarazzante empasse, il carnevale saronnese è proseguito come da programma: nel pomeriggio, a partire dalle 14, si è svolta la sfilata dei carri in piazza dei Mercanti dove una grande folla ha visto sfilare un lungo corteo di maschere di ogni genere. In contemporanea in piazza Libertà la festa è continuata grazie all’animazione di Dino Gallo e delle scuole di ballo che hanno coinvolto grandi e piccini presenti sotto il palco in sfrenate danze.


© RIPRODUZIONE RISERVATA