Ancora fermo il restyling del Centro. La protesta degli atleti invade il web

Ancora fermo il restyling del Centro. La protesta degli atleti invade il web

Il progetto del 2014 fu sostituito da uno più ambizioso. A Calcinate però è ancora tutto spento: i ragazzi inaugurano l’hashtag #Savethetrack

VARESE - Slittano ancora i lavori di riqualificazione e ampliamento del campo di Atletica di Calcinate degli Orrigoni e gli atleti lanciano una nuova campagna sul web al motto di #SavetheTrack. Punto di partenza è la pagina Facebook «Salviamo il campo di atletica di Varese» che conta oltre 2mila fan e creata nel 2014, quando la ristrutturazione della pista sembrava ormai certa.

«E invece, proprio quando i lavori erano pronti a partire, la vecchia amministrazione comunale rilanciò con un progetto più ambizioso, per un valore di oltre due milioni di euro, che non solo prometteva di riqualificare la struttura esistente, tutta all’aperto, ma prevedeva di creare anche un nuovo impianto indoor», racconta Silvia Gandini, saltatrice con l’asta per la Nuova atletica Varese e responsabile del Cus, tra i portavoce della protesta. Il nuovo progetto di ampliamento di fatto bloccò la ristrutturazione già prevista, ma la promessa di un impianto più moderno pronto entro il 2016 non si è mai realizzata.

«Ci sono stati diversi rinvii fino a quando la nuova amministrazione comunale non ha ripreso in mano il progetto per portarlo avanti – racconta l’atleta – A inizio anno si è chiuso il bando che ha individuato la ditta cui affidare i lavori che dovevano partire nel mese di luglio. A maggio tutte le realtà sportive che gravitano sull’impianto sono state convocate in Comune per essere aggiornate sul piano dei lavori e organizzare di conseguenza la stagione sportiva e quindi corsi, allenamenti e gare agonistiche in base alle disponibilità – prosegue la Gandini - ma ad oggi non si è mosso ancora nulla, e ci troviamo nella spiacevole situazione di dover riprogrammare la stagione, nell’incertezza più completa».

Sull’impianto di Calcinate gravitano oltre mille tesserati in diverse società sportive che spaziano dall’atletica leggera (una società maschile e una femminile da trecento iscritti ciascuna), allo sci nordico, passando per triathlon, runners, paralimpici e arbitri oltre agli studenti dell’università dell’Insubria. «Sull’impianto di Varese gravitano poi centinaia di altri atleti, in città occasionalmente per le gare regionali, oppure per degli stage di formazione con allenatori di fama nazionale che esercitano proprio a Calcinate», precisa l’atleta.

Il gruppo a questo punto, al motto di #Savethetrack, chiede all’amministrazione comunale certezze sui tempi di realizzazione del nuovo impianto di atletica, nelle sue parti indoor e outdoor.

«Lunedì pomeriggio alle 18 l’assessore ai lavori pubblici Andrea Civati sarà al campo per parlare con gli atleti, con le società e con gli utenti che vorranno partecipare all’incontro, per spiegare la situazione», hanno scritto ieri i ragazzi sulla pagina Facebook. La speranza è che ci sia finalmente una tempistica certa sui tempi di realizzazione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA