Aprire via Del Ceppo entro l’estate

Aprire via Del Ceppo entro l’estate

Il Comune annuncia finalmente i lavori di sistemazione della via colpita dalla frana mesi fa

Recuperare via Del Ceppo dopo la frana dello scorso febbraio: serviranno 200mila euro e niente scorciatoia per ridurre i tempi tecnici. L’obiettivo è riuscire a ultimare i lavori entro l’inizio dell’estate.

Sono passati quasi tre mesi da quella notte in cui alcuni massi si sono staccati dalla parete rocciosa di via Del Ceppo rotolando sulla strada, quasi all’altezza dell’ingresso del Cimitero. La piccola frana, scoperta e segnalata solo la mattina seguente, il 9 febbraio scorso, ha comportato l’immediata chiusura della strada per la messa in sicurezza dell’area. Lavori questi eseguiti in massima urgenza per salvaguardare l’incolumità delle persone e per evitare il rischio di danni maggiori alla parete.

Contemporaneamente sono partite le analisi geologiche volte a ricostruire le cause dell’accaduto e a valutare la tenuta della parete che delimita la carreggiata di via Del Ceppo.

Con una nota diffusa ieri, Palazzo Estense annuncia di aver anche terminato la fase di progettazione per la realizzazione dei lavori di consolidamento e della messa in sicurezza della strada. «I tecnici del Comune hanno calcolato che l’intervento costerà complessivamente circa 200 mila euro - si legge nel comunicato - In questi giorni sono state esperite tutte le procedure per la gara e l’assegnazione dei lavori». In particolare il bando, già pubblicato, si chiuderà l’11 maggio, e Palazzo Estense conta di individuare la ditta che dovrà poi concretamente eseguire l’intervento nel giro di una settimana, entro il 18 maggio 2017. «Purtroppo, per la tipologia dei lavori, la normativa impedisce di eseguire l’intervento con la procedura di massima urgenza, cosa che avrebbe contribuito a ridurre significativamente i tempi per l’intervento».

La messa in sicurezza della strada non sarà un lavoro banale: bisognerà ripulire la parete di tutti quei sedimenti pericolosi prima di poterla consolidare, e imbrigliare e permettere finalmente la riapertura della strada. Il cantiere dovrebbe durare 30 giorni, tempo permettendo.

La chiusura degli ultimi 30 metri di via Del Ceppo, la strada che che porta al Mosé, sta creando qualche problema soprattutto in termini di rifornimento, agli esercenti del borgo, costretti, come tutti ad utilizzare la via Sommaruga (accessibile da piazzale Pogliaghi) per accedere all’abitato. Il disagio non sembra però scoraggiare pellegrini, turisti ed escursionisti che continuano a salire in vetta. I parcheggi di via del Ceppo infatti sono ancora accessibili e anche la funicolare ha lavorato a pieno ritmo negli ultimi lunghi fine settimana primaverili. Secondo i dati forniti da Palazzo Estense sono circa 2500 le persone che hanno raggiunto il borgo durante le festività Pasquali, oltre un migliaio per il 25 aprile. Lunedì scorso la pioggia ha scoraggiato le escursioni, ma domenica, nonostante il cielo coperto, 850 persone sono comunque salite al borgo con i mezzi pubblici. Ora l’auspicio è che con l’inizio dell’estate tutto possa tornare alla normalità.


© RIPRODUZIONE RISERVATA