Donna incinta travolta sulla strada. Ad investirla è stata un’ambulanza
La giovane donna è stata trasportata in ospedale (Foto by Archivio)

Donna incinta travolta sulla strada. Ad investirla è stata un’ambulanza

La vittima stava attraversando a pochi metri dalle strisce di fronte alle Nord

Ambulanza investe una donna incinta: fortunatamente non ci sono state gravi ripercussioni per la ferita che è stata trasportata in ospedale per accertamenti. Il fatto è avvenuto intorno alle 19 di ieri in piazza Trento, a due passi dalla stazione delle Nord.

L’ambulanza era in rientro da Besano. Un malore in casa: i soccorritori avevano stabilizzato il paziente, quindi lo avevano portato all’ospedale di Circolo di Varese. L’intervento era terminato e l’ambulanza non era in sirena quindi. I soccorritori stavano rientrando in sede dopo aver salvato una vita. La donna, una peruviana di 30 anni al terzo mese di gravidanza, ha iniziato ad attraversare la strada. Era vicina alle strisce: l’ambulanza ha svoltato e l’ha urtata buttandola a terra. Il mezzo di soccorso andava piano: l’impatto fortunatamente non è stato violento. La donna è caduta a terra sull’asfalto. I soccorsi, inutile dirlo, erano praticamente già lì. La trentenne era cosciente ma è stata ovviamente accompagnata in ospedale per accertamenti visto la delicatezza della situazione. È incinta: deve essere monitorata. Fortunatamente l’incidente non ha avuto conseguenze gravi: mamma e piccolo stanno bene. Sono ora in corso accertamenti, ma la dinamica dell’accaduto è chiara. Sotto accusa, ancora una volta, ci finisce quel tratto della viabilità varesina dove quest’anno è stato registrato un incidente mortale. Il buio ha giocato un ruolo determinante. La zona non è ben illuminata e questo è un fatto noto. A limitare ulteriormente la visibilità ieri ci ha pensato anche la pioggia battente. L’ambulanza viaggiava entro i limiti, anzi sotto i limiti. Soltanto per questo l’incidente non ha avuto conseguenze più gravi. Non tutti però rispettano la velocità imposta dalla legge.

La zona è tra l’altro trafficata. «E buia - raccontano i testimoni - molto molto buia soprattutto d’inverno. Quando le serate piovose, siamo a Varese, non sono affatto rare. È necessario intervenire».

Il Comune sta mettendo a punto un piano generale per la sicurezza stradale. Si comincerà da viale dei Mille, con un attraversamento pedonale protetto all’altezza del Cinema Nuovo, dove è stata travolta e uccisa Giada Molinaro. La zona sarà dotata anche di una nuova e più efficace illuminazione. La zona delle stazioni, estremamente trafficata, avrebbe necessità di un ulteriore intervento viabilistico. Maggiore illuminazione, tra l’altro, garantirebbe anche maggiore sicurezza sotto altri profili. Anche in questa zona servirebbero attraversamenti pedonali protetti e ben segnalati. Di giorno passi, ma di sera con il buio, con il flusso di traffico e pedoni degli interventi in questo senso sarebbero determinanti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA