Estate triste senza giochi per i bimbi di Valle Olona

Estate triste senza giochi per i bimbi di Valle Olona

L’abbandono di scivoli e altalene, rimossi dal Comune per una manutenzione, non c’è ancora traccia

VARESE - L’estate è più triste per i bimbi del quartiere rimasti con pochi giochi e pure rotti. Doveva andare diversamente, ma a questo punto la bella stagione è iniziata da un pezzo e delle altalene e degli scivoli, rimossi dal Comune nei mesi scorsi per una manutenzione straordinaria, non c’è ancora traccia. Continua a crescere, di contro, l’erba, diventata in questi giorni molto alta. Sarebbero dovuti tornare al loro posto entro la primavera e invece niente. Con il risultato che le famiglie di Valle Olona, per far giocare i bimbi in un parco, devono spostarsi in altri quartieri.

Pochi e malconci

Sono due infatti le aree verdi comunali attrezzate per i più piccoli: quella del parchetto di via 8 marzo, nella parte alta del rione, e quella di piazzale don Gabbani, a pochi metri dal letto del fiume. Nel primo è rimasto un solo castello di legno con tanto di scivolo, ponte e altalena ma talmente sgangherato che risulta inutilizzabile per i piccoli cui sarebbe dedicato. Nel secondo parco invece rimangono in pista solo un giochino a molla blu per i piccolissimi e un dondolo un po’ scalcinato: niente scivoli e niente altalena. Una vera tristezza. Così i bambini della zona lo frequentano poco, nonostante il caldo e la chiusura delle scuole. Ed è già la seconda stagione che passano senza giochi, dato che il castello in legno con lo scivolo era stato rimosso dagli operai del Verde pubblico nella primavera del 2015 a causa della scaletta, rotta in più punti. Pochi mesi dopo, in autunno, è toccato anche alle altalene, portate via con i relativi tappetini antitrauma. Con la promessa di un rapido ritorno, tutti sistemati, in tempo per i primi caldi. E ancora più godibili, se si considera che l’anno scorso l’area verde di piazzale don Gabbani era stata oggetto di un’opera di ripiantumazione con sette alberi ad alto fusto: due peri da fiore, tre cornus florida e due esemplari di parrotia persica. Tutte piante dal folto fogliame che hanno creato una bella zona d’ombra a ridosso delle panchine, anche queste, in ogni caso, malconce se non addirittura rotte.

Mal comune

La sistemazione dei giochi rotti, o la loro sostituzione con altri nuovi, faceva parte del progetto «Sistemazione straordinaria dei giardini di quartiere e messa in sicurezza e manutenzione delle aree gioco comunali». Un progetto che ha riguardato altalene e scivoli di mezza città e che solo in minima parte sono tornati al proprio posto nei tempi stabiliti. Ma se i Giardini Estensi possono fare a meno di un’altalena, visto il numero di attrattive, nei quartieri più periferici il discorso cambia. Anche il parco di via Pergine a San Fermo è orfano di quattro altalene, compensate in parte con il parco all’angolo tra via Bernasconi e via Val Camonica a meno di 200 metri di distanza. Per Valle Olona la perdita non lascia alternative alla noia.


© RIPRODUZIONE RISERVATA