Forza Italia in campo per Varese: «Vogliamo coinvolgere i cittadini»
La conferenza stampa di Forza Italia (Foto by Varese Press)

Forza Italia in campo per Varese: «Vogliamo coinvolgere i cittadini»

Gli azzurri, dopo la pausa estiva, riprendono con gli appuntamenti tematici aperti a tutti i varesini

VARESE - È stata presentata ieri mattina, nella sede provinciale di Forza Italia di Varese in via Carrobbio, la ripresa, dopo la pausa estiva, degli appuntamenti tematici e delle serate di approfondimento inaugurati a marzo dal gruppo Forza Italia Donne Varese e che mirano ad inquadrare la pars construens del partito che più degli altri, nell’ultimo periodo, ha dato battaglia in consiglio comunale ma anche a livello mediatico sulle scelte dell’attuale amministrazione.

Argomento del primo incontro di stagione, previsto per venerdì 22 settembre alle ore 21 presso l’Ibis Styles Hotel di via Fusinato alle Bustecche, la comunicazione e il marketing politico tra strumenti tradizionali e social media.

Roberto Leonardi, coordinatore cittadino degli azzurri, ha presentato l’evento come un chiaro esempio del nuovo metodo di lavoro che Forza Italia ha intrapreso dall’inizio del suo mandato, ossia dall’ottobre del 2015.

«Noi crediamo sia molto importante il contatto coi cittadini e con tutti i soggetti interessati alle vicende amministrative: proprio per questo, nel nostro nuovo mandato come opposizione alla giunta, abbiamo deciso di puntare molto sulla proposizione e sulla costruzione oltre che sull’ascolto declinato in tanto modi, dai gazebo alle serate e ai seminari con esperti». E mentre attende di spegnere due candeline il 25 ottobre, giorno dell’inizio del suo mandato, il professore – Leonardi è ordinario all’università di Brescia alla facoltà di Giurisprudenza – continua a puntare su giovani e donne. «Vivendo a contatto con il mondo universitario ho sempre creduto in loro: da qui l’idea di costituire i gruppi pertinenti». Il nuovo organigramma nasce all’indomani delle amministrative del 2016; e la serata di venerdì sarà presentata proprio da quel Gruppo Donne rinato dalle sue ceneri con Alessandra Grossi, la coordinatrice, e Claudia Caleffi, vice, entrambe esperte di comunicazione. «Una serata dove si affronterà un tema, quello della comunicazione, che crediamo sia centrale in questo momento, oltre che alla base di qualunque tipo di strumento democratico, dalla partecipazione al dialogo al contraddittorio: il perno dell’azione politica». Ospiti dell’incontro, coordinato da Leonardi, Lara Comi, europarlamentare azzurra e vicepresidente PPE dell’Europarlamento e Luca Marsico, consigliere regionale e vicecoordinatore provinciale di Forza Italia; con loro interverranno il blogger e giornalista Giorgio Borrini ed Elisa Serafini, assessore al marketing territoriale, alla cultura ed alle politiche giovanili del Comune di Genova: quest’ultima, 29 anni, l’assessore più giovane della giunta Bucci, è opinionista e commentatrice economica in diversi programmi televisivi oltre che blogger per magazine web nazionali (fra cui Linkiesta). «L’idea della serata nasce dal fatto che a breve avremo una serie di appuntamenti elettorali importanti: le elezioni regionali e, a seguire, quelle politiche. Sarò dunque aperta a tutti quei cittadini che vogliano comprendere il backstage della comunicazione e delle campagne elettorali in un’ottica di trasparenza». Oggi la comunicazione politica è molto diversa da quella di un tempo, fondata sugli strumenti tradizionali del consenso. «Mentre la comunicazione con i media tradizionali era di fatto unidirezionale, un monologo tra politico ed elettorato – ha spiegato Alessandra Grossi – oggi grazie ai social media si trasforma in un dialogo: abbiamo la democratizzazione della comunicazione, dove il potenziale lettore ha la possibilità di comunicare il suo dissenso o l’accordo in tempo reale; così nasce il successo inaspettato di Donald Trump, che con molte meno risorse della Clinton ha conquistato la Casa Bianca, e, in casa nostra, di Beppe Grillo e dei Cinquestelle».


© RIPRODUZIONE RISERVATA