I giovani della Diocesi a  scuola con l’arcivescovo Delpini

I giovani della Diocesi a scuola con l’arcivescovo Delpini

Un appuntamento importante e molto atteso, che avrà luogo lunedì 18 settembre alle 21 a Villa Cagnola a Gazzada

Primo appuntamento con la scuola di formazione sociopolitica fissato a lunedì 18 settembre alle ore 21 a Villa Cagnola di Gazzada, incontro che vedrà la partecipazione straordinaria dell’Arcivescov o Mario Delpini. L’evento è aperto a tutti, dedicato principalmente ai giovani dai 18 ai 40 anni.

La serata in programma, dal titolo “A Cesare quel che è di Cesare”, è il primo appuntamento della prima edizione promossa dalla scuola di formazione sociopolitica, fondata da un team di giovani dei vari Decanati della zona pastorale di Varese e delle zone limitrofe, coordinati da Monsignor Eros Monti, direttore di Villa Cagnola e autentico motore pulsante della scuola. Grande impegno profuso dagli ideatori per la buona riuscita di questa serata d’apertura: l’organizzazione è molto contenta della presenza dell’arcivescovo Delpini, il quale presenzierà ancor prima dell’ingresso ufficiale in Diocesi, previsto per domenica 24 settembre. Il programma della serata prevede un momento di preghiera comune, a seguire l’intervento dell’arcivescovo e infine l’intervento del vicario di zona Franco Agnesi.

Al termine verranno distribuiti materiali informativi al pubblico. L’intento dell’organizzazione è quello di proseguire con successive edizioni, sulla base di un progetto duraturo nel tempo, con un’adesione sempre maggiore da parte del pubblico.

Grazie al lavoro abilmente svolto per la realizzazione di questa prima edizione, il calendario risulta costellato da molteplici appuntamenti degni di nota: venerdì 6 ottobre, dalle 19, “Uomo e società: le dimensioni fondamentali dell’agire sociale”, domenica 26 novembre nell’arco della mattinata, incontro zonale di spiritualità per l’Avvento (aperto a tutti), domenica 14 gennaio, “La Repubblica Italiana dalla Costituzione ad oggi: dinamiche, contesto, protagonisti”, venerdì 26 gennaio, “L’Unione Europea tra Stati nazionali e globalizzazione”, e ancora domenica 11 febbraio con “La democrazia: rappresentatività, consenso e governabilità”, domenica 11 marzo incontro zonale di spiritualità per la Quaresima (per tutti), fino all’ultima serata in programma venerdì 13 aprile il cui tema sarà “Discernimento storico: vedere, giudicare, agire”.

Ciclo che si concluderà con la visita culturale a Bruxelles, con annessa visita al Parlamento Europeo a Strasburgo e meeting con alcune rappresentanze delle istituzioni europee.


© RIPRODUZIONE RISERVATA