La storia e il fascino di Velate, torna la tradizionale festa rionale
Un dipinto che raffigura la chiesa di Santo Stefano (Foto by Archivio)

La storia e il fascino di Velate, torna la tradizionale festa rionale

Per quattro giorni, dal 24 al 27 agosto, la kermesse riempirà di musica, incontri e tante iniziative il quartiere

Quasi 40 coristi, incontri, tutto il fascino della storia e del paesaggio nel borgo più antico di Varese, celebrazioni e l’esposizione di abiti da sposa: Velate chiude in festa il mese di agosto.

Dal 24 al 27 la tradizionale ricorrenza porterà fermento nell’antico rione. «Ci sono moltissimi eventi in cantiere – spiega Carla Tocchetti, che partecipa all’organizzazione – alcuni sottolineano l’anima musicale del rione, una tradizione coltivata in particolare da don Adriano Sandri, che vive e opera nella parrocchia di santo Stefano da anni, e che mette in evidenza eccellenze locali e di Velate stessa».

Ne è un esempio la violoncellista Lucia D’Anna che aprirà simbolicamente la manifestazione giovedì 24 alle ore 21.

La giovane velatese porterà la sua straordinaria testimonianza sulla Terra Santa, dove, da quasi un anno, vive e lavora suonando violoncello e viola da gamba nell’Orchestra Barocca a Tel Aviv e insegna a Gerusalemme a bambini e ragazzi palestinesi della scuola Magnificat nell’Istituto della Custodia di Terra Santa, entità del Vaticano in Medio Oriente.

«Dopo due mesi in un campo profughi vicino a Betlemme con l’associazione Sound of Palestine, ho chiesto il visto di studio per un primo anno e ora aspetto di rinnovarlo per un secondo. Israele è uno Stato-paese che crede molto nelle attività creative», dice Lucia D’Anna. «La vita in Terra Santa è relativamente tranquilla e il livello di sicurezza è buono nonostante il conflitto. Ho la straordinaria possibilità di vivere esperienze sia con israeliani sia con arabi cristiani o musulmani; sono popoli che cercano nonostante tutto di dialogare. Non bisogna mai dare giudizi di valore non essendo nati lì».

Venerdì 15 proseguono gli appuntamenti musicali. «Nella Chiesa di Santo Stefano i coristi The Good Company, diretti dal maestro Andrea Motta, si esibiranno in formazione a cappella, e accompagnati al piano o organo dal Maestro Alessandro Natto con un repertorio di musica sacra dal romanticismo al ‘900.

«Il coro è nato nel ‘94 a Sant’Ambrogio da un coro parrocchiale - dice Andrea Motta, diplomato Maestro al Conservatorio - Siamo un coro amatoriale misto, con coristi in maggioranza giovani, studiamo vari repertori a partire dal barocco, ma la nostra peculiarità sono le piccole produzioni teatro-musica, dove le opere teatrali sono raccontate in accompagnamento al coro. Adesso abbiamo in cantiere un progetto su Garcia Lorca».

Per domenica 27 ci sono in programma: alle 11.30 la messa Solenne celebrata da don Jean Balouki cantata dalla corale di Velate, alle 15.30 l’esibizione della banda Edelweiss, alle 16 un incontro con Monica Maimone farà rivivere i magici eventi che lo studio Festi ha donato alla Comunità velatese.

Fino a domenica 27, invece, l’Associazione “Un cuore con le Ali” esporrà abiti da sposa donati a scopo benefico e destinati al Monastero di Santa Rita da Cascia nella Chiesetta di San Domenico, ex Battistero.

In più è previsto per giovedì 31 agosto, alle 21, il concerto speciale del tenore Edoardo Manzardo accompagnato dal maestro Andrea Pillon.

Lo stand gastronomico all’oratorio, sarà attivo dal venerdì sera alla domenica a pranzo e sarà allietato dalla musica degli Ancelotti Brothers Torte fatte in casa saranno vendute sul sagrato al termine delle Messe di sabato e domenica. Bambini e ragazzi sabato dalle 10 busseranno porta a porta per raccogliere alimenti a favore di Caritas, mentre alle 14.30 ci sarà un torneo di calcio. Sia sabato che domenica è previsto un “angolo bimbi”. Sabato sera la festa si concluderà alle 22 con lancio delle lanterne, mentre domenica il finale sempre alle 22 sarà a sorpresa.


© RIPRODUZIONE RISERVATA