L’area sarà operativa entro 10 giorni
Il parcheggio di via Luini a Varese (Foto by archivio)

L’area sarà operativa entro 10 giorni

Il parcheggio di via Luini a Varese è la soluzione di un problema che aveva causato parecchi mal di pancia ai commercianti

Dovrebbe essere ormai imminente l’apertura del parcheggio di via Luini. In questi giorni è in corso il rifacimento della segnaletica orizzontale. Si stima che, grazie a un accordo trovato per la gestione, tra massimo 10 giorni, l’area tornerà ad essere operativa. Si tratta di 60 posti auto a disposizione dei cittadini, che andranno a dare una boccata di ossigeno a tutto il comparto e alla zona pedonale di piazza Giovine Italia.

Siamo dunque arrivati alla soluzione di un problema che aveva causato parecchi mal di pancia ai commercianti e molti disagi ai cittadini. «È chiaro che si tratta di un parcheggio utile per Varese. Il servizio c’era, poi è venuto meno, ma adesso che sta per essere ripristinato siamo tutti contenti. L’intervento dell’amministrazione è stato decisivo. L’obiettivo, poi, è stato raggiunto in poco tempo: stiamo parlando di poco più di un mese di disagi – dice Daniela Pontecorvo, negoziante di BluD – Rispetto alle polemiche di altre commercianti, però, posso dire che, se non fosse che passo di lì tutti i giorni, non me ne sarei neppure accorta della chiusura di quel parcheggio. Sicuramente non tutti quelli che lasciano l’auto lì si precipitano nei negozi a fare compere».

La chiusura del parcheggio, avvenuta qualche settimana fa, era stata la conseguenza della risoluzione del contratto con Aci da parte della Fondazione Rainoldi, che è la proprietaria dell’area. Interrompere il servizio era stata una scelta effettuata dalla Fondazione e da Aci, di cui l’amministrazione comunale aveva dovuto prendere atto. Il ruolo del Comune è stato quello di fare il possibile per accelerare la ricerca di una soluzione, facendo leva sul bisogno che quell’area ha di un parcheggio. Salvo contrattempi dell’ultima ora, possiamo dire che l’obiettivo è stato raggiunto nei tempi prestabiliti, ovvero prima dell’entrata nel vivo dello shopping natalizio.

Nel frattempo procedono i lavori per formalizzare il piano della sosta, documento che regola i parcheggi a pagamento nel territorio comunale sulla base dei bisogni dei cittadini e dei lavoratori che risiedono o gravitano su Varese. Il piano, una volta pronto, dovrebbe essere completo di tariffe, orari, numero di posti a pagamento e liberi. Si tratta di un lavoro impegnativo, che probabilmente si concluderà all’inizio del prossimo anno. «Si è appena chiusa la fase per presentare le osservazioni: adesso analizzeremo tutte quelle che sono arrivate – spiega Andrea Civati, assessore ai lavori pubblici - Nel frattempo, con Avt, si è aperta una fase di rilevazione per capire come funzionano i parcheggi a Varese. Si tratta di studiare quali posti auto si esauriscono, in quali orari e con quale turnazione. Una volta che avremo in mano dati certi potremo procedere con le fasi successive di elaborazione del piano». Il prossimo obiettivo dell’amministrazione è quello di rendere più utilizzato il parcheggio delle Corti, ampliandone l’orario di apertura nel fine settimana.


© RIPRODUZIONE RISERVATA