L’artista che dipinse Varese  Le capacità dei nostri concittadini

L’artista che dipinse Varese

Le capacità dei nostri concittadini

La storia di Giovan Battista Ronchelli, pittore che abbellì il Salone Estense. Troppo spesso i nomi che hanno fatto la storia del nostro territorio non vengono ricordati in modo adeguato. Due pagine speciali sul giornale di oggi

Varese è sempre stata una terra dalla vocazione internazionale. La sua bellezza naturale, la laboriosità dei suoi abitanti e la presenza di grandi artisti e formidabili uomini di cultura l’hanno resa da sempre culla di grandi potenzialità. Personaggi illustri a livello italiano ed europeo ne sono rimasti affascinati.

Forse si ha poca memoria di molti di questi uomini, che hanno reso Varese grande. E forse proprio in questo sta la “colpa” dei varesini, nel non aver mai veramente valorizzato questa vocazione. Ma i presupposti ci sono tutti. E c’erano anche nei secoli passati. Come ci racconta, ne “Le strade della memoria”, progetto dell’associazione culturale “La Varese Nascosta”, il giornalista Fausto Bonoldi.

Sul giornale in edicola oggi, sabato 10 giugno, due pagine speciali sul pittore Giovan Battista Ronchelli


© RIPRODUZIONE RISERVATA