Lunedì di vento

Lunedì di vento

Raffiche fino a 80 all’ora hanno spazzato soprattutto la zona nord della nostra provincia. Oltre 50 gli interventi dei vigili del fuoco per piante abbattute e tegole pericolanti. Problemi con le canne fumarie

Il vento spazza la provincia: volano tegole e piante. Sono state 24 ore di super lavoro quelle che i vigili del fuoco dell’intera provincia hanno affrontato dalla tarda serata di domenica sino a a ieri sera.

In tutto oltre 50 interventi eseguiti in tutto il territorio provinciale. Una notte e un giorno a combattere contro raffiche di vento che hanno toccato gli 80 chilometri orari di velocità. A richiedere l’intervento dei vigili del fuoco sono stati soprattutto rami e piante cadute sulle strade da rimuovere e cartelloni pubblicitari e tegole pericolanti da mettere in sicurezza. Sono state in tutto 15 le emergenze fronteggiate durante la notte tra domenica e lunedì. Il numero di interventi era già salito a 35 intorno alle 13. Poco prima delle 20 di ieri erano stati superati i 50 interventi. In particolare, le raffiche hanno colpito la zona nord del territorio, fatta eccezione per un paio di interventi, a Busto Arsizio e Samarate. Per il resto sono state eseguite uscite a Maccagno, Somma Lombardo e Varese, nella zona della Schiranna.Si è trattato di interventi che in alcuni casi hanno permesso al personale, con scale e motoseghe, di liberare anche tratti di strade che altrimenti sarebbero risultati non percorribili per via dei rami.

Altri interventi sono stati eseguiti a Galliate Lombardo e Albizzate. Il vento ha creato problemi anche alle canne fumarie. Con i camini e le stufe accese e le canne fumarie non pulite perfettamente le raffiche di vento hanno causato problemi in due occasioni. I vigili del fuoco sono intervenuti nel gallaratese e nel saronnese dove scintille roventi arrivate dalla canna fumaria hanno rischiato di mandare in fumo il tetto di due abitazioni. E non solo. Per fortuna le verifiche eseguite dai vigili del fuoco hanno evitato il peggio: tutto è stato messo in sicurezza.

Falso allarme a Varese, in via Dandolo, dove il fumo che fuoriusciva da una canna fumaria unito al riverbero del sole ha fatto scattare l’allarme. Per fortuna nessun incendio. Il bilancio della “tempesta” di raffiche è stato tutto sommato positivo. Nessuna pianta caduta ha danneggiato auto in sosta, immobili o ancora peggio auto in transito lungo le strade dove rami e alberi sono caduti. In quel caso oltre al danno la caduta avrebbe potuto causare dei feriti. Nessun ferito causato nemmeno da tegole pericolanti o cartelloni pubblicitari divelti dalle folate. Anche lì il rischio di una caduta sulla pubblica via era quello di ritrovarsi con un ferito potenzialmente grave. La situazione si è calmata in serata. Come previsto dal meteo il vento è andato via via calando nella tarda serata.

Le previsioni per i prossimi giorni lasciano ben sperare. Basta vento, le folate si alzeranno in quota oggi per poi cessare, e spazio ad un cielo nuvoloso con possibilità di leggere precipitazioni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA