Mille abbracci che fan bene. «È la Varese che ci piace»
Maura Aimini dei City Angels abbraccia una delle mille persone arrivate in piazza Monte Grappa (Foto by Varese Press)

Mille abbracci che fan bene. «È la Varese che ci piace»

Un successo enorme l’iniziativa organizzata per raccogliere cibo a favore “degli ultimi”

Mille abbracci in piazza Monte Grappa: Varese apre il cuore e avvolge gli ultimi. L’iniziativa promossa da City Angels Varese e Oipa Guardie Zoofile ancora una volta dimostra come i varesini sappiano essere solidali. «Abbiamo raccolto più di quello che ci aspettavamo», ha detto il comandante delle Guardie Zoofile. «Il volontariato - ha aggiunto Maura Aimini, coordinatrice dei City Angels - è il motore della città».

Lo scopo dell’evento appare chiaro dal titolo: abbraccio per gli ultimi. Chiunque si fosse presentato al gazzebo di City Angels e Oipa Guardie Zoofile donando cibo per umani o animali, avrebbe ricevuto in cambio un abbraccio dai volontari. «Sono arrivati in tanti - spiega Tomasini - tantissimi. Un migliaio di abbracci? Sì credo che potrebbe essere realistico». Obbiettivo: aiutare chi è in difficoltà. Ma anche «ristabilire un contatto umano - ha detto Aimini - qui il senso dell’abbraccio. Il contatto umano che respinge l’indifferenza, che ci porta a vedere chi è in difficoltà. E ci spinge ad aiutare, ognuno come può». L’evento, a due giorni da San Valentino dà anche un bel significato alla festa. L’amore ha molte facce, ma certo una tra le più rare oggi è l’amore verso gli altri. «Siamo tutti chinati sui nostri telefoni. Sui nostri problemi - ha detto Aimini - lo scopo era anche quello di spingere le persone ad alzare gli occhi. Verso l’umanità».

Obbiettivo raggiunto, si diceva. «Si sono presentanti in tantissimi - dice Tomasini - ciascuno ha portato ciò che poteva». Cibo. Cibo per gli ultimi. Un bene primario da dividere con chi ne ha bisogno. Non è questa la vera carità? E Varese ancora una volta s’è fatta avanti. E le centinaia di persone che dalle 10 alle 17, nonostante il meteo non proprio clemente, hanno capito il progetto perchè «l’abbraccio lo volevano - dice ancora Tomasini - non come qualcosa in cambio ma davvero come contatto, come gesto simbolico di unione. È stato un momento di solidarietà importante». Da cornice c’erano gruppi di musicisti che hanno fatto da colonna sonora a tutte l’evento. I City Angels hanno raccolto cibo che sarà consegnato ai meno abbienti durante la distribuzione che i volontari fanno ogni domenica (con -10 o 40 gradi) alla stazione delle Nord dove ha sede l’associazione. E siamo certi che quell’abbraccio sciolto in un piatto di pasta caldo quando hai fame, freddo e non hai nulla arriverà dritto al cuore.

Il cibo per animali «sarà destinato, parlo delle pappe per i cani, alle persone che hanno un animale e pur tenendolo bene hanno delle difficoltà» Le Guardie Zoofile intervengono i casi di maltrattamenti. Ma non solo. «Spesso nei nostri controlli ci accorgiamo che l’animale è ben tenuto ma la famiglia vive un momento difficile perchè magari, e accade sempre più spesso, qualcuno ha perso il lavoro. Il cibo andrà ad aiutare queste famiglie, questi animali». Il cibo per gatti sarà invece consegnato alle gattare «volontarie silenziose che fanno moltissimo per gli animali. Spesso a loro spese. Questo cibo aiuterà moltissimi animali».


© RIPRODUZIONE RISERVATA