Picchia selvaggiamente suo padre, la vittima è grave
L’uomo, ottantenne, si trova ricoverato all’ospedale di Varese con lesioni gravissime alla testa e al petto

Picchia selvaggiamente suo padre, la vittima è grave

Un quarantanovenne di Induno Olona è stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio. La vittima è grave

INDUNO OLONA - Picchia selvaggiamente il padre ottantenne: indunese di 49 anni arrestato con l’accusa di tentato omicidio. La vittima è ricoverata in prognosi riservata all’ospedale di Circolo di Varese: il figlio gli ha sbattuto la testa contro il ripiano in marmo della cucina. Ha traumi molto gravi alla testa e al petto.

Futili motivi

Futili in motivi del litigio che ha scatenato la violenza: il quarantanovenne era completamente ubriaco. L’uomo avrebbe una dipendenza da alcol. A dare l’allarme la madre e moglie dei due in casa al momento del fatto. Sul posto sono intervenuti i carabinieri del nucleo operativo radiomobile di Varese. Il quarantanovenne è stato arrestato in flagranza di reato. Quando i carabinieri sono arrivati il padre era esanime sul pavimento, lui sporco del sangue del genitore. La madre in lacrime.

Le manette sono scattate immediatamente. Sul posto sono intervenuti anche i mezzi del 118: l’ottantenne è stato portato d’urgenza in ospedale. Le sue condizioni sono gravi. Il figlio l’ha picchiato a a mani nude sino a ridurlo in fin di vita. Sotto shock la moglie della vittima e madre dell’aggressore. Le responsabilità sono state accertate. È chiaro che il padre sia stato aggredito dal figlio e da lui ridotto in fin di vita. In passato c’erano stati già dei dissidi tra i due. Il figlio avrebbe problemi con l’alcol e questo sarebbe da anni stata fonte di profondi disaccordi tra padre e figlio.

Diverbio degenerato

Un padre che avrebbe voluto il figlio autonomo, con un lavoro, magari una famiglia. Un figlio che a quanto pare non sarebbe in grado di uscire dalla propria dipendenza e riprendersi in mano la vita. L’altro ieri notte il quarantanovenne era molto ubriaco. Il padre potrebbe aver semplicemente iniziato a discutere con lui per questo. A sottolineare la necessità per il figlio di riprendersi in mano la vita di darsi una regolata. In particolare il fatto di non riuscire a trovarsi un lavoro stabile era per il padre, motivo di preoccupazione e di biasimo nei confronti del figlio.

Il diverbio l’altra notte è degenerato. Il quarantanovenne, complice l’alcol, avrebbe perso la testa. Ha avuto la meglio sull’anziano padre.

C’è voluto un istante e il figlio ha preso il sopravvento sul padre. Picchiandolo selvaggiamente sino a sbattergli la testa e il petto sul quel piano in marmo.

Causando lesioni pesantissime. I militari hanno bloccato il quarantanovenne che si trova ora in carcere con l’accusa di tentato omicidio.

Il padre lotta per la vita. L’arrestato è attualmente a disposizione dell’autorità giudiziaria.


© RIPRODUZIONE RISERVATA