Subappalti in aeroporto. Sciopero e disagi per 5 ore
L’agitazione ha coinvolto il personale addetto ai bagagli del Terminal 1 (Foto by Archivio)

Subappalti in aeroporto. Sciopero e disagi per 5 ore

Sigle sindacali unite: «Peggioramento dei diritti dei lavoratori». Poi la sospensione da parte di Enac

«Quello che è accaduto questa mattina (ieri ndr) - afferma Andrea Orlando, segretario generale sindacato Flai - è la risposta naturale e prevedibile all’incapacità degli enti preposti a prendere delle decisioni».

Un commento duro quello del segretario, che fa eco alle 5 ore di protesta spontanea che ha coinvolto il personale addetto ai bagagli al Terminal 1 dell’aeroporto di Malpensa. Alla base dell’agitazione, come dichiarato unitariamente da tutte le sigle sindacali, la decisione della società Ags di affidare in subappalto le attività di Ryan Air nell’area di rampa alla Cooperativa Alpina. «Questa - sottolinea il segretario Orlando - è una decisione che si scontra con le procedure di limitazione del numero di operatori (handler) nell’airside richiesta da Sea per motivi di sicurezza». L’ingresso di una cooperativa, osteggiata da due anni a questa parte e prevista per il 1 di agosto, causerebbe più danni che benefici: «Assisteremo ad una riduzione della qualità delle condizioni e dei diritti dei lavoratori che, giustamente sono preoccupati - dichiara Luca Pistoia, dirigente dell’Unione Sindacale di Base - per noi quando si parla di aeroporti sicurezza e rispetto delle norme sono argomenti fondamentali».

Proprio l’osservanza dei contratti stipulati tra i sindacati e le società presenti è un punto che suscita qualche perplessità quando si parla di Ags perchè «venerdì 28 luglio - evidenzia Pistoia - è stata espulsa da Assohandler, (l’associazione nazionale delle società di handling), in quanto non ha rispettato la clausola di protezione sociale prevista dal contratto nazionale». Una situazione complessa che si è inasprita nell’ultimo periodo, ma che vede tutte le sigle sindacali fare fronte comune per chiedere «la sospensione con effetto immediato del provvedimento che consente alla cooperativa Alpina di operare in subappalto nell’airside di Malpensa e l’accesso alle cooperative nel Comparto Handling».

Alle 10, Enac ha inviato una circolare per la «sospensione dell’autorizzazione al subappalto alla società Alpina Service s.c.r.l.». Una sospensione di 30 giorni nella quale «aspetteremo l’esito del ricorso al Tar presentato da Sea il 17 luglio» conclude Pistoia.

Nell’attesa, oggi alle 15 al terminal 1 ci sarà un incontro tra i sindacati e Ags. La protesta ha avuto delle inevitabili ripercussioni anche sui passeggeri che, per lavoro o per vacanza, ieri hanno dovuto prendere un aereo in partenza dai due principali scali milanesi: «Ci dispiace per i passeggeri che sono partiti senza il loro bagaglio - precisa Orlando - ma sono sicuro che, se avessero ascoltato le ragioni dei lavoratori, si sarebbero schierati dalla loro parte. Comunque, tutte le valigie sono state imbarcate sul primo volo utile disponibile».


© RIPRODUZIONE RISERVATA