Nuova vita per l’ex tribunale. Sarà un polo sociosanitario
La struttura ospiterà studi medici e anche il Cup (Foto by Archivio)

Nuova vita per l’ex tribunale. Sarà un polo sociosanitario

Alberio: «I fondi ci sono, i lavori sono stati appaltati»

Quello che all’inizio sembrava solo un sogno, sarà invece presto realtà. Il palazzo che un tempo ospitava il tribunale di Gavirate, in piazza De Gasperi, dove oggi ha sede la Croce Rossa del Medio Verbano e dove in un’altra ala dell’edificio hanno trovato ospitalità alcuni migranti richiedenti asilo, diventerà un polo sociosanitario dove troveranno posto diversi servizi preziosi per i cittadini.

«In un incontro con la direzione generale dell’Asst Sette Laghi - riferisce il sindaco di Gavirate Silvana Alberio - ci è stata data conferma che i fondi per il progetto sono stati trovati e che i lavori di adeguamento sono stati appaltati». Con l’avvento del nuovo polo sanitario, tutto l’ex tribunale tornerà ad essere a disposizione dei gaviratesi riscoprendo una nuova vocazione, inaugurata con l’inaugurazione della nuova sede della Croce Rossa.

Nel futuro polo sanitario troveranno posto gli ambulatori dei medici di base presenti in paese e anche il Cup, il centro per le prenotazioni delle prestazioni sanitarie che attualmente è ubicato in un ufficio poco distante, in viale Ticino. Una sede non idonea a livello strutturale per ospitare un servizio tanto importante e il flusso di persone che giornalmente effettuano prenotazioni; l’assenza di una vera sala d’aspetto penalizza in particolare le fasce più deboli della popolazione. Proprio l’esigenza di trovare una sede idonea per il Cup, sollevata anche dai sindacati dai pensionati, ha spinto l’amministrazione di Gavirate alla ricerca di una soluzione idonea per questo servizio e anche per potenziare l’offerta sociosanitaria presente in paese.

«Dopo i primi sopralluoghi effettuati non sembrava facile convincere l’Asst di questa soluzione» ricorda la prima cittadina, ma poi la bontà del progetto ha avuto la meglio; l’idea del Comune, in futuro, è quella di ospitare nel nuovo polo anche il servizio della guardia medica notturna. «L’ex tribunale è la soluzione migliore per ospitare questo tipo di servizi - osserva la Alberio - L’area è dotata di parcheggi e si trova di fatto in centro a Gavirate, quindi comodamente raggiungibile dagli utenti».

I soldi sono stati trovati e i lavori appaltati; a breve dovrebbero iniziare i lavori di adeguamento dell’edificio; l’auspicio è che il nuovo polo sociosanitario possa essere già operativo entro fine 2017 in modo da essere presto a disposizione dei gaviratesi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA