Pronte le verdure a chilometro zero: «Gli orti urbani sono utili e funzionano»
Gli orti urbani di Voltorre funzionano e iniziano a produrre

Pronte le verdure a chilometro zero: «Gli orti urbani sono utili e funzionano»

Il sindaco Silvana Alberio sorride per il progetto di Voltorre: «Tante persone si impegnano, i prodotti sono di qualità: un successo»

Gli orti urbani inaugurati pochi mesi fa a Gavirate stanno funzionando alla grande e cominciamo a produrre, con l’arrivo del caldo, tanti ortaggi a chilometro zero pronti per essere consumati dalle famiglie che si sono aggiudicati un appezzamento di terra comunale.

«Nei giorni scorsi sono passata da Voltorre dove si trovano gli orti urbani e sono rimasta impressionata dalla qualità dei prodotti che vengono coltivati» afferma il sindaco di Gavirate Silvana Alberio, che è stata sin dall’inizio una fautrice dell’iniziativa.

Zucchine, pomodori, melanzane, fagiolini e insalate di ogni tipo abbondano negli orti urbani di Voltorre, che sono stati tutti assegnati nel bando comunale e che ovviamente vieta che gli ortaggi prodotti vengano venduti.

«Devo fare davvero i complimenti a coloro che gestiscono questi orti - prosegue la Alberio - un’iniziativa pensata per quei cittadini che nella loro abitazione non hanno la possibilità di realizzare l’orto».

I terreni scelti dall’amministrazione nella frazione di Voltorre sono nella posizione ideale per chi vuole coltivare la verdura, essendo esposti al sole per molte ore della giornata.

Gli orti urbani oltre a dare la possibilità di fare l’orto a chi non ha guardino o vive in condominio è anche un’occasione per socializzare, tra “vicini” di orto.

Oltre ovviamente a gustare prodotti davvero sani e a chilometro zero, frutto del lavoro delle persone che curano amorevolmente l’orto loro assegnato. «Quando sono passata l’altro giorno ho visto tante persone impegnate a lavorare nel proprio orto e questo mi ha fatto molto piacere» sottolinea il sindaco.

Anche quegli appezzamenti di terreno di proprietà del Comune che erano lasciati al loro destino stanno conoscendo una nuova rigogliosa vita, proprio grazie all’impegno dei cittadini che hanno partecipato al bando.

La prima cittadina non rinuncia a togliersi qualche sassolino dalle scarpe, soprattutto nei confronti di chi aveva messo in dubbio l’utilità e la buona riuscita del progetto degli orti urbani. «Mi pare che i risultati ottenuti sin qui, non solo nell’assegnazione degli orti, ma anche nei risultati ottenuti a livello di prodotti coltivati negli orti stessi dimostri che l’iniziativa non solo non è inutile ma un progetto che sta funzionando davvero bene, al contrario di quanto sosteneva qualcuno» dichiara la Alberio.

Sarà insomma un’estate all’insegna degli orti urbani, «che continuano a crescere» conclude il sindaco di Gavirate.


© RIPRODUZIONE RISERVATA